BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Brogli elettorali 2013: prime accuse e foto delle schede voto Movimento 5 Stelle online su Facebook

Schede scomparse e dubbi su esiti elezioni



Oggi, lunedì 25 febbraio, è l’ultimo giorno di votazioni per il rinnovo del Parlamento e l'elezione di tre presidenti di Regione con relativi Consigli regionali (Lazio, Lombardia e Molise).

I seggi resteranno aperti dalle 7 alle 15. Ma già solo dopo la giornata di ieri circolano già le prime voci di brogli elettorali: a sollevare la questione i rappresentanti di lista del Movimento 5 Stelle.

Secondo un attivista grillino, che riporta il racconto di una rappresentante di lista, la presidente di un seggio di Sacida (Roma) avrebbe sottratto due schede al cumulo di quelle consegnate, mettendole nella sua borsa. Interpellata dalla grillina presente, avrebbe distrutto le schede specificando che erano di troppo.

E’ stata immediatamente allertata la Digos, che indagherà, mentre un video è subito finito in rete. Problemi anche a Ercolano: sembra, infatti, che nel comune campano siano scomparse ben 800 schede.

Il rischio è che le 800 schede possano diventare uno strumento per pratiche di voto di scambio in mano alla camorra e a eventuali candidati collusi. Si tratta di un buon punto di partenza per praticare brogli elettorali.

Inoltre, un uomo di 39 anni di Torino è stato denunciato dai carabinieri dopo essere stato colto a fotografare la scheda elettorale in un seggio con il telefonino, che gli è stato sequestrato, mentre a Vinovo (Torino), un rappresentante di lista di 53 anni è stato denunciato perché sorpreso a cedere un volantino elettorale all'interno di un seggio. Sequestrato il materiale propagandistico di cui era in possesso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il