BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cud 2013: istruzioni per compilazione corretta modello e presentazione. Scadenza 28 Febbraio

Scadenza, come compilarlo e novità Cud 2013



Scade giovedì il 28 febbraio 2013 il termine di presentazione del Modello Cud 2013, certificazione unica relativa all'anno 2012 dei redditi di lavoro dipendente.

Il modello da compilare è disponibile online, vale per i redditi da lavoro dipendente, assimilati e di pensione, ed è rilasciato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico che attesta le somme erogate e la relative ritenute effettuate e versate all'Erario.

Tre le parti che compongono il modello 2013: la prima, parte A, è quella dove devono essere riportati i dati generali del lavoratore, pensionato o chi percepisce lo stipendio; la seconda, parte B, è relativa ai dati per l'eventuale compilazione della dichiarazione dei redditi, altri dati, dati relativi ai conguagli, somme erogate per l'incremento della produttività del lavoro, redditi assoggettati a ritenuti d'imposta, compensi relativi ad anni precedenti, Tfr e indennità equipollenti, altre indennità e prestazioni in forma di capitale soggette a tassazione separata.

Infine la terza parte, la C, prevede che vengano riportati i dati previdenziali e assistenziali Inps per lavoratori subordinati, collaboratori coordinati e continuativi e Inps gestione ex Inpdap. Nel modello Cud 2013 c’è la causale BQ, utile per indicare i redditi non tassati che non incidono sulle imposte dovute dal contribuente, non è obbligatoria.

Se, dunque, il sostituto ha erogato soltanto redditi esenti può anche non consegnare il Cud. Tra le novità introdotte nel modello Cud 2013, le agevolazioni sulle somme erogate ai lavoratori per l'incremento della produttività; l'agevolazione riservata ai lavoratori che, dopo aver svolto attività lavorative all'estero, rientrano in Italia, e che consiste in una riduzione dell'imponibile fiscale dell'80% per le donne e del 70% per gli uomini; detrazioni per il personale impiegato nel comparto della sicurezza, prevista per il 2013 per un importo di 145,75 euro.

Nel modello Cud 2013 ci sono anche due nuovi soggetti a cui destinare l'8 per mille: la Sacra Arcidiocesi ortodossa d'Italia ed Esarcato per l'Europa e la Chiesa Apostolica in Italia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il