BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Precari scuola: il risarcimento è possibile da avere per tutti dopo il caso insegnate di ed. fisica?

Maxi risarcimento a docente precario: la sentenza clamorosa



E' stata una sentenza clamorosa quella che ha finalmente riconosciuto ai docenti precari il diritto di carriera, punendo lo Stato per abuso dei contratti a termine. L’Anief rivolgendosi ai partiti ha fatto sapere che “la priorità nuovo governo devono essere i precari della scuola: stabilizzare o risarcire”.

La sentenza del Tribunale di Trapani risarcisce il docente precario anche per gli scatti non ancora percepiti, ma che percepirebbe calcolati fino al pensionamento.

Un riconoscimento del diritto all'assunzione a tempo determinato che lo Stato non ha eseguito, violando le direttive europee. Protagonista della vicenda è un  docente precario di Educazione fisica che ha ottenuto un risarcimento di 150mila euro, a compenso delle ferie non retribuite e per gli aumenti dello stipendio, che avrebbe maturato in tutto il periodo in cui ha prestato servizio da precario.

Il fatto considerato rilevante dal giudice è che il docente, pur formalmente precario, è stato impiegato a ripetizione dal 2005 per coprire posti, definiti 'vacanti e disponibili'.

Il giudice di Trapani ha inteso applicare le norme dell’Unione europea sulla tutela dei lavoratori a termine, considerando la direttiva 1999/70/CEE che prevede che debbano essere adottate misure idonee a reprimere gli abusi dei contratti a termine.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il