BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Concorso scuola: insegnanti assunti subito a settembre 2013. Date correzioni prove scritte e orali

Prove orali e tutti i cattedra a settembre: tempi e correzioni scritti


Si sono concluse le prove scritte del mega concorso per la scuola cui hanno partecipato 153.165 aspiranti docenti anche se questo numero potrebbe risultate inesatto se si pensa che un candidato poteva presentarsi per più di una classe.

Nonostante lamentele e polemiche nate, il Miur si è detto soddisfatto per l’andamento di questo concorso, rendendo noto che agli scritti si sono presentati in 25.033 su 26.658, quindi ben l’ 82% dei candidati è stato promosso.

Secondo le previsioni il prossimo settembre dovrebbero essere in 7000 i nuovi docenti che prenderanno servizio come professori di ruolo grazie a questo concorso.

Il concorso ha messo a disposizione 11.542 cattedre in due tranche: la prima avrà l’assegnazione dei ruoli già dal prossimo settembre , la seconda il prossimo anno scolastico.

Per rispettare questi tempi, entro maggio dovrebbero essere resi noti gli esiti delle prove scritte e chi avrà superato lo scritto accederà alla prova finale, quella orale, che prenderà il via 20 giorni dopo la comunicazione dal ministero con cui si annuncerà l’ammissione agli orali.

Secondo quanto comunicato dal Miur, ‘I candidati ammessi alla prova orale ne ricevono comunicazione a mezzo di posta elettronica all’indirizzo comunicato nella domanda di partecipazione al concorso, con l’indicazione delle votazioni riportate in ciascuna delle prove di cui agli articoli 7 e 9, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della prova orale. La mail è trasmessa ai candidati almeno venti giorni prima della data in cui essi devono sostenere la prova orale’.

Materia degli orali sarà la disciplina di insegnamento: il candidato sarà esaminato per la padronanza della materia e per la sua capacità di riuscire a trasmettere il suo sapere, la progettazione didattica, oltre alla sua scioltezza in una conversazione in lingua straniera, già scelta dal partecipante al momento della domanda di ammissione al concorso. 

Il candidato dovrà, inoltre, simulare una lezione in circa mezz’ora; l’argomento sarà sorteggiato 24 ore prima della prova orale cui il candidato è chiamato a sostenere e un colloquio, egualmente di un’altra mezz’ora, durante il quale saranno approfonditi i contenuti, le scelte didattiche e metodologiche sui quali si è sostenuta la lezione simulata. L’esame orale durerà 30 minuti.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 06/03/2013 alle ore 10:10