BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia 2013: nuova data emissione Marzo-Aprile. Come funziona e possibili tassi di interessi

Nuova emissione Btp Italia tra marzo e aprile: quali saranno i tassi?



Secondo alcune fonti finanziarie, il Tesoro avrebbe scelto il periodo compreso tra la fine di marzo e l'inizio di aprile per lanciare il nuovo Btp Italia per la clientela retail.

Sono stati i buoni risultati delle ultime aste, soprattutto in termini di domanda, a portare il Tesoro a lanciare il nuovo Btp nonostante le incertezze sul mercato obbligazionario italiano dopo le elezioni. Lo scorso anno, ricordiamo, il Tesoro ha emesso tre Btp Italia per un totale di poco meno di 27 miliardi di euro.

Il Btp Italia è un comune Btp con rendimento legato all’inflazione, ma non quella calcolata a livello europeo, ma a quella italiana.

Tutti i risparmiatori possono sottoscrivere direttamente i titoli, per un taglio minimo di 1.000 euro e senza limiti di acquisto e per sottoscrivere i Btp Italia basta recarsi presso la filiale della Banca o presso l’ufficio postale dove si detiene un conto titoli o effettuare l’acquisto direttamente online sfruttando le funzioni di home banking laddove siano attive le funzioni di trading.

E’ stata forse questa novità a spingere, lo scorso anno, sempre più italiani ad acquistare i Btp Italia senza doversi recare fisicamente in banca. Il collocamento dei Btp Italia avviene sul Mot e il tasso fisso di rendimento minimo garantito verrà comunicato al pubblico a ridosso del collocamento.

Il tasso minimo cedolare reale del Btp Italia lo scorso anno, a giugno per esempio, è stato del 3,55% ma ora i tassi di interesse potranno variare sia in base all’andamento dello sprad, tornato a scendere dopo il subitaneo rialzo registrato all’indomani dei risultati delle elezioni 2013 in Italia, sia in base alla decisione della Bce tagliare ancora i tassi o meno. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il