BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito 2013: le offerte con i bolli pagati

I migliori conti deposito con imposta di bollo pagata dalla banca: le proposte attuali



Investire in questo momento di incertezza e ottenere rendimenti senza correre rischi è possibile. Basta scegliere i prodotti giusti, come i conti deposito, da sempre considerati strumenti rifugio da parte degli italiani che vogliono mettere al riparo la propria liquidità.

E questa preferenza si nota il nuovo anno abbia portato con sè nuove tasse e imposta di bollo anche sui conti deposito. Dal primo gennaio 2013, infatti,  l'imposta di bollo sui depositi è passata dallo 0,10% allo 0,15% annuo sulle somme depositate, con un minimo di 34,2 euro e senza alcun tetto massimo (a differenza di quest'anno, in cui esiste un tetto massimo 1.200 euro).

Prima l'onere era pari a soli 1,81 euro per ogni comunicazione alla clientela, motivo per cui la grande maggioranza delle banche era ben disposta ad accollarselo. Ma sono diverse le offerte per i risparmiatori italiani attualmente disponibili.

Tra i conti deposito con imposta di bollo pagata dalla banca c'è Conto Arancio di ING Direct, che tra l' altro offre tassi di interesse più alti fino al 30 gennaio 2013 (promozione nuovi clienti); la banca Bcc For Web, versione on line della Banca di Credito Cooperativo, che esenta i clienti dal pagamento della mini patrimoniale su tutta la linea dei suoi conti deposito, come Conto Deposito Web Open,  Web Closed, Time Deposit).

E c’è poi Banca IFIS che paga l’imposta di bollo sui conti deposito Rendimax First a interessi anticipati, Deposito libero, Top a interessi posticipati e Like, e stesso discorso per i conti deposito Eurodeposit di PrivatBank, per ContoSu IBL Banca, per il conto deposito Youbanking Banco Popolare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il