BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Codice comportamento statali: quando si rischia licenziamento. Le novità 2013

Le regole del nuovo codice di comportamento degli statali: cosa prevedono



Via libera del Consiglio dei ministri al nuovo Codice di comportamento per i dipendenti pubblici, che impone un giro di vite sull'uso dei telefoni e delle auto per i e chi ha a disposizione un mezzo di trasporto potrà utilizzarlo solo per ragioni di servizio e solo a questo titolo potrà trasportare terzi.

Il nuovo provvedimento prevede  vincoli nell'utilizzo del materiale o delle attrezzature assegnate ai dipendenti per ragioni di ufficio, anche con riferimento all'utilizzo delle linee telematiche e telefoniche dell'ufficio.

Approvate anche nuove misure per regolare il conflitto d'interessi nella pubblica amministrazione: le novità prevedono che nel caso in cui si profili il rischio di conflitto di interesse, i dipendenti pubblici dovranno astenersi da qualsiasi atto del proprio ufficio. 

Il nuovo codice di comportamento per i dipendenti pubblici vieta, infine, di richiedere o ricevere regali o sconti o compensi. Il nuovo Codice di comportamento stabilisce anche che i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni dovranno rispettare obblighi di comportamento in servizio nei rapporti e all'interno dell'organizzazione amministrativa e comunicare la propria adesione o appartenenza ad associazioni e organizzazioni (esclusi partici politici e sindacati) i cui ambiti di interesse possano interferire con lo svolgimento delle attività dell'ufficio.

L'articolo 6 stabilisce, infine, gli obblighi di comunicazione, a carico del pubblico dipendente, relativi a tutti i rapporti di collaborazione e ai conflitti di interesse, diretti e indiretti, che egli, i suoi parenti, gli affini entro il secondo grado, il coniuge o il convivente, abbiano avuto negli ultimi tre anni con soggetti privati.

Inoltre, in presenza di un conflitto di interesse, anche potenziale, in cui siano coinvolti interessi personali, il dipendente ha il dovere di astenersi dal compiere qualsiasi atto del proprio ufficio.

L'articolo 7 presenta le altre ipotesi in cui sussiste l'obbligo di astensione del dipendente pubblico. Chi viola il codice di comportamento potrà rischiare sanzioni che arrivano fino al licenziamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il