BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Movimento dei forconi Sicilia oggi lunedì 11 marzo 2013: blocco traffico strade per protesta

Torna la protesta del Movimento dei Forconi: i motivi



Il Movimento dei Forconi di Sicilia torna in strada: sono state, infatti, organizzate per oggi nuove manifestazioni di volantinaggio e protesta, questa volta senza i tir.

Se le proteste alimentate dal disagio provocato dalla grave crisi economico-sociale del Meridione dovessero prendere piede, potrebbero finire per paralizzare il sud d'Italia, come già accaduto lo scorso anno, con strade a rischio per nuovi blocchi del traffico.

Il Movimento ha confermato che i sit in si terranno in varie zone della regione e si propongono di diffondere le motivazioni alla base della protesta, raccogliere nuovi consensi, e rassicurare il mondo produttivo della volontà di non voler arrecare alcun danno all’economia.

Il Movimento dei Forconi è formato da gruppi spontanei di autotrasportatori, agricoltori, pescatori, edili ma anche giovani disoccupati, capeggiati dal leader del movimento, Mariano Ferro, che si dice “combattuto tra la disperazione del settore e le esigenze dei siciliani, ai quali non vogliamo assolutamente fare male, anzi.

Nessuno, mi dicono i miei si accorge di un volantinaggio, sarebbe uno sfogo per poi tornare a casa con i problemi non risolti. E quando non hai i soldi per mangiare se non ci sono risposte c’è soltanto la disperazione, che ti spinge a combattere, a lottare”.

La protesta dei Forconi è l'occasione in cui alcune associazioni degli autotrasportatori siciliani rilanciano la polemica contro altre organizzazioni di categoria nazionali. Già la scorsa settimana, il presidente di Aias, Giuseppe Richichi, aveva affermato che queste ultime non rappresentano gli interessi dell'autotrasporto.

Ma oggi a rilanciare è il presidente dell'Aitras, Salvatore Bella: “A portare la categoria nella situazione catastrofica attuale non sono stati i politici o i governi che si sono succeduti, ma le associazioni nazionali che hanno monopolizzato l'attenzione dei governi e li hanno condotti a fare solo ed esclusivamente i loro interessi", scrive in una nota diffusa sabato scorso”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il