BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Incentivi auto 2013 da domani giovedì 14 Marzo: come fare domanda e per quali modelli

Come ottenere gli eco incentivi auto 2013: procedure



Al via da domani, giovedì 14 marzo, gli incentivi auto 2013, che saranno a disposizione di tutti i veicoli a basse emissioni complessive, compresi quelli a trazione elettrica, ibrida, a Gpl, a metano, a biometano, a biocombustibile e a idrogeno, che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 gkm e ridotte emissioni di ulteriori sostanze inquinanti.

Potranno beneficiare dei nuovi incentivi sia i veicoli d’impresa che i veicoli di privati, ma con criteri diversi: nel primo caso, il contributo è rilasciato solo in caso di rottamazione del vecchio veicolo; mentre nel secondo, la rottamazione non è necessaria ma il veicolo nuovo deve emettere un livello basso di anidride carbonica (non superiore ai 95 G/Km).

Le agevolazioni per l’acquisto delle auto ecologiche nel triennio 2013-2015 sono pari a 120 milioni, di cui 40 milioni relativi al 2013, 35 al 2014 e 45 al 2015. Il fondo previsto per il 2013 sarà a sua volta suddiviso in due ulteriori importi: 4,5 milioni e 35,5 milioni.

La prima quota è destinata all'acquisto da parte di privati di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km, la seconda va, invece, a coloro che acquistano veicoli ecologici con emissioni non superiori a 120 g/km da parte di aziende o destinati all'uso di terzi (tra cui taxi, noleggio e liberi professionisti) purchè venga rottamato un veicolo di oltre 10 anni di cui si sia in possesso da almeno 12 mesi.

Il contributo previsto per ogni nuova auto sarà il 20% sul prezzo di acquisto fino ad un massimo di 5.000 euro per le vetture che emettono meno di 50 g/km di CO2.

L’incentivo dovrà essere richiesto dal venditore che, una volta definito con l’acquirente il veicolo e il suo prezzo finale, accede alla piattaforma di prenotazione, inserisce i dati del veicolo e dell’acquirente e verifica la disponibilità di risorse.

Se la verifica dà risultato positivo viene fornita una ricevuta di prenotazione. Entro 90 giorni dalla prenotazione, pena il mancato riconoscimento del contributo statale, i venditori dovranno consegnare il veicolo al cliente e confermare l’operazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato e caricando sulla piattaforma la relativa documentazione.

Poi, entro 15 giorni dalla data di consegna del veicolo nuovo, pena il mancato riconoscimento del contributo statale, li stessi venditori avranno l’obbligo di consegnare il veicolo usato a un demolitore e di provvedere direttamente alla richiesta di radiazione per demolizione allo sportello telematico dell’automobilista.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il