BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici e statali: blocco stipendio 2014 e aumenti non è rinviato. Le ultime notizie

Blocco stipendi statali prorogato? L’annuncio del ministro Patroni Griffi



Si pensava che il blocco degli stipendi dei dipendenti della Pubblica amministrazione sarebbe stato prorogato fino al 2014, comportando decurtazioni in termini di salari reali commisurati al costo della vita, pari al 10%, per l’annuncio dato dal ministro della Funzione Pubblica, Filippo Patroni Griffi, che avrebbe detto che la questione non è stata trattata all’ultimo Consiglio dei Ministri.

Il ministro avrebbe infatti comunicato “Il blocco delle progressione degli scatti degli stipendi della Pubblica amministrazione non è stato trattato nello scorso Cdm e non sono in grado di dire se sarà presente nel prossimo”.

E ha aggiunto: “gli uffici del ministero dell'Economia e della P.a. stanno lavorando per esaminare il problema, approfondendo gli aspetti tecnici”. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, ha inoltre confermato: “Per ora nessuno ha chiesto di inserire il blocco degli stipendi degli statali all'ordine del giorno del prossimo Cdm”.

E si pensa ora che il blocco degli stipendi pubblici fino al 2014 per gli oltre 3 milioni di dipendenti pubblici e lo stop agli scatti si anzianità per il personale della scuola possa essere rimandato al prossimo governo.

L'operazione sul blocco dei rinnovi prevede risparmi per 1,3 miliardi sulla spesa dell'anno venturo, 659 milioni sul 2015 e 726 milioni per il 2016. E di questi, come detto, 300 milioni di euro arrivano dal comparto della scuola.

Secondo quanto previsto, dovrebbero essere prorogate per l'anno in corso le disposizioni contenute nel decreto 78 del 2010 secondo cui ‘per il personale docente, amministrativo, tecnico ed ausiliario della scuola gli anni 2010, 2011, 2012 non sono utili ai fini della maturazione delle posizioni stipendiali e dei relativi incrementi economici previsti dai contratti in vigore’. Il blocco degli scatti di anzianità, però, non è previsto solo per il personale della scuola ma per tutti i dipendenti pubblici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il