Conti correnti: controlli Agenzia delle Entrate al via. Ecco come funziona

Via all'anagrafe conti correnti: come funzionerà



Insieme al nuovo redditometro, pronto a partire a breve su una prima platea di 40mila contribuenti ‘selezionati’, per cercare di contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale da ottobre finiranno sotto la lente di ingrandimento i conti correnti e ogni movimento che ogni correntista farà.

Entrerà, infatti, in vigore l'obbligo da parte degli istituti di credito di comunicare tutti i movimenti dei contribuenti all'Anagrafe Tributaria, compresi gli addebiti e gli accrediti, l'accesso alle cassette di sicurezza e la gestione delle carte di credito.

E così dopo i rilievi sollevati dal Garante della Privacy, con i provvedimenti del 17 aprile 2012, del 15 novembre 2012 e del 31 gennaio 2013, parte il nuovo sistema di controllo rafforzato su saldi e movimenti dei conti correnti e degli altri tipi di strumenti finanziari.

Nel dettaglio, entro il 31 ottobre 2013 , banche, intermediari, Poste italiane, imprese di investimento, organismi di investimento collettivo del risparmio, società di gestione del risparmio e ogni altro operatore finanziario dovranno comunicare al Fisco tutte le informazioni relative alle diverse tipologie di rapporti attivi nel 2011.

Le informazioni relative al 2012 invece dovranno essere trasmesse entro il 31 marzo 2014, mentre a regime i dati degli anni successivi dovranno essere inviati entro il 20 aprile (per i dati relativi al 2013 la scadenza è il 20 aprile 2014).

Tali soggetti  dovranno segnalare i dati identificativi del rapporto in essere con i loro clienti, compresi i dati relativi al saldo iniziale al primo gennaio e al saldo finale al 31 dicembre  e gli importi  totali dei movimenti effettuati.

Oltre ai conti correnti, finiranno nel mirino dei controlli anche i conti deposito titoli, le gestioni patrimoniali, i rapporti fiduciari, le carte di credito/debito, le operazioni extra-conto, le cassette di sicurezza, certificati di deposito e buoni fruttiferi e contratti derivati.

 
 

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il
Puoi Approfondire