BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti comune di Parma: tagli agli stipendi. Protesta contro Movimento 5 Stelle e Pizzarotti

Proteste e fischi per il sindaco di Parma: i motivi



Dipendenti comunali di Parma sul piede di guerra: ieri pomeriggio a Parma si è tenuta la prima contestazione pubblica a un'amministrazione Cinque Stelle, quella del sindaco Federico Pizzarotti, a causa della decurtazione delle indennità aggiuntive in busta paga per gli incarichi disagiati (poliziotti municipali, messi comunali, ma anche addetti dei servizi domiciliari ad anziani ed handicap) che rientrano nei contratti decentrati, come deciso dalla giunta Pizzarotti.

Si tratta di una decisione retroattiva, che ha già avuto i suoi effetti sulle buste paga di gennaio e febbraio. Il nuovo taglio stabilito sarà variabile tra i 50 e gli 80 euro che per la gran parte dei dipendenti comunali significa tanto, considerando che gli stipendi base sono sui 1.200 euro.

Il sindaco grillino di Parma, Federico Pizzarotti, nel pomeriggio è sceso in piazza per incontrare i dipendenti comunali, ma dopo pochi istanti il dialogo si è trasformato in insulti. E all’udire dei primi ‘buffone’ a lui indirizzati, Pizzarotti ha deciso di allontanarsi, ripensandoci poco dopo e cercando di affrontare i più contestatari dicendo che lui c”on offese e insulti non dialoga”.

Al termine del consiglio comunale l'ufficio stampa del comune ha inviato una nota a tutti i giornali riportando una dichiarazione del sindaco Federico Pizzarotti: “Nei prossimi giorni incontrerò direttamente i dipendenti, li riceverò in Municipio com’è giusto che sia, cercando con loro un dialogo reso oggi impossibile dalla protesta e dalle offese”.

Così ha affermato il Sindaco Pizzarotti al termine della giornata di manifestazione, specificando inoltre che “La difficoltà non è trovare un accordo, perché con il confronto si può risolvere ogni problema, ma superare il muro contro muro che i sindacati hanno eretto durante l’incontro con la delegazione trattante. Da parte nostra c’è tutta la volontà e la disponibilità ad illustrare le diverse proposte”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il