BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ilva Taranto: nessuna cassaintegrazione e licenziamenti. Accordo con sindacati. Ultime novità

Ilva, Fim Cisl: sì all’accordo. Evitata cassa integrazione



Nessuna cassa integrazione per i lavoratori dell'Ilva e la dichiarazione di esuberi, utilizzando il ricorso ai contratti di solidarietà su base annua con verifica semestrale: questo quanto annunciato oggi dalla Fim Cisl.

In una nota il segretario nazionale della Fim Cisl Marco Bentivogli e il coordinatore nazionale Sandro Pasotti, hanno detto: “E' in fase conclusiva, la trattativa per la gestione della Cigs che l'azienda aveva richiesto per un massimo di 4.500 per il 2013 e 6.500 lavoratori per il 2014.

La nostra azione ha consentito di scongiurare l'utilizzo della Cigs e la dichiarazione di esuberi utilizzando il ricorso ai contratti di solidarietà su base annua con verifica semestrale.

Tale risultato consente di ridurre sostanzialmente i numeri complessivi dei lavoratori coinvolti a 3.749 per il 2013 e le per percentuali massime di riduzione di orario al 33% per ogni lavoratore coinvolto”.

I sindacalisti hanno, inoltre, spiegato che l’accordo  prevede un protocollo di relazioni industriali volte a fissare un metodo per una maggiore trasparenza e condivisione con un percorso periodico di verifica, in sede interministeriale (welfare, ambiente e sviluppo economico) dei passaggi relativi al monitoraggio della gestione dei contratti di solidarietà, del piano industriale e degli investimenti e degli interventi relativi alle opere di ambientalizzazione e riqualificazione industriale previsti dall'Aia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il