BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia: nuova emissione Aprile 2013. Tutto quello che bisogna sapere

Torna il Btp Italia all’inflazione italiana: come funziona e chi può sottoscriverlo



Torna il Btp Italia tra la fine di marzo e l'inizio di aprile con rendimento legato all’inflazione italiana: “L'emissione dei Btp Italia è stata un successo e vogliamo replicarlo” ha detto il capo della Direzione per il debito pubblico del Tesoro, Maria Cannata, indicando che due volte l'anno è la giusta cadenza e che ci sarà un maggior controllo nella dimensione finale di ciascuna emissione.

E ha continuato: “Il Btp Italia ha dato un ottimo segnale agli investitori stranieri che dopo l'emissione hanno pensato che l'Italia è forse più forte di quanto stimato fino a quel momento”.

Lo scorso anno il Tesoro ha già emesso tre Btp Italia per un totale di poco meno di 27 miliardi di euro. Il Btp Italia può essere sottoscritto da tutti i risparmiatori per un taglio minimo di 1.000 euro e senza limiti di acquisto e basta recarsi presso la filiale della Banca o presso l’ufficio postale dove si detiene un conto titoli o effettuare l’acquisto direttamente online sfruttando le funzioni di home banking laddove siano attive le funzioni di trading.

Il collocamento dei Btp Italia avviene sul Mot e il tasso fisso di rendimento minimo garantito verrà comunicato al pubblico a ridosso del collocamento. E’ previsto per le persone fisiche che acquistano i Btp Italia all'emissione e li tengono fino alla scadenza un premio di fedeltà del 4 per mille lordo sul valore nominale dell'investimento.

Il Btp Italia rappresenta una buona alternativa alle obbligazioni e spinge il risparmiatore verso il guadagno visto che l’inflazione che sarà sommata nel corso del tempo al valore nominale del titolo acquistato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il