BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici e statali: nessuna novità su blocco stipendi 2014. Settimana decisiva

Statali: blocco degli stipendi in discussione questa settimana. La situazione



Stipendi bloccati degli stipendi pubblici fino al 2014 per gli oltre 3 milioni di dipendenti pubblici e stop agli scatti si anzianità per il personale della scuola. L'operazione sul blocco dei rinnovi prevede risparmi per 1,3 miliardi sulla spesa dell'anno venturo, 659 milioni sul 2015 e 726 milioni per il 2016.

E di questi, come detto, 300 milioni di euro arrivano dal comparto della scuola. La disposizione era stata prevista nell'ambito del decreto sulla 'spending review', ma adesso a stabilirla è un decreto ministeriale (Economia e Funzione pubblica) che sarà discusso in settimana.

Nel decreto vengono fissate anche le modalità di calcolo relative all'indennità di vacanza contrattuale per gli anni 2015-2017 e ulteriori misure di risparmio, razionalizzazione e qualificazione della spesa delle amministrazioni centrali.

Per la Cisl l'ulteriore blocco stipendi pubblici è inaccettabile: “Un'altra proroga al blocco dei contratti pubblici sarebbe inaccettabile” hanno detto i segretari generali di Funzione pubblica e Scuola della Cisl, Giovanni Faverin e Francesco Scrima, “le retribuzioni sono già ferme dal 2010, dicono i due esponenti sindacali, mentre la spesa pubblica continua a crescere.

Sarebbe un atto sbagliato che colpirebbe il bersaglio sbagliato, sostengono, e i lavoratori pubblici hanno diritto a un rinnovo di contratto così come il privato”. La segretaria generale dell'Fp-Cgil, Rossana Dettori, ha detto: “Sarebbe davvero inopportuno un decreto approvato dal governo Monti a urne chiuse, una forzatura ai danni dei lavoratori delle pubbliche amministrazioni”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il