BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito: i migliori di Marzo 2013. Confronto tassi di interesse e condizioni

I migliori conti deposito di marzo: quale scegliere



Da questo nuovo anno anche i conti deposito saranno gravati da nuove tasse e un’imposta di bollo più alta, ma, nonostante queste novità, continuano a rappresentare uno strumento finanziario privilegiato da molti italiani che vogliono mettere al riparo la propria liquidità.

Per i conti deposito, infatti, da tempo considerati una delle migliori fonti di risparmio dagli italiani, dal primo gennaio 2013  l'imposta di bollo sui depositi è passata dallo 0,10% allo 0,15% annuo sulle somme depositate, con un minimo di 34,2 euro e senza alcun tetto massimo (a differenza di quest'anno, in cui esiste un tetto massimo 1.200 euro), e con l’aumento dell’imposta di bollo prevista sui conti deposito si potrebbe assistere forse ad un’inversione di tendenza, dovuta al fatto che prima l'onere era pari a soli 1,81 euro per ogni comunicazione alla clientela, motivo per cui la grande maggioranza delle banche era ben disposta ad accollarselo.

Ora invece non sarà più così. Diverse sono, comunque, le proposte che i risparmiatori italiani possono scegliere in questo mese di marzo 2013. C'è, per esempio, l'offerta del conto deposito proposto di CheBanca! che rende il 2,75% sui depositi vincolati per  un periodo di 12 mesi, e per cui bisognerà pagare un'imposta di bollo che ammonta 30 euro annui.

Si chiama invece In Mediolanum il conto deposito proposto da Banca Mediolanum che permette di guadagnare il 3,10% sulle somme depositate per almeno 12 mesi partendo da un tasso base dell'1%. Anche in questo caso si pagherà un'imposta di bollo di 30 euro all'anno.

A seguire troviamo l’offerta di Banca Popolare Etica, il cui conto deposito offre un rendimento dell’1,95% per somme vincolate per  un periodo di 4 anni; e quella di Fineco che propone il conto CashPark Vincolato: in questo caso le somme possono essere vincolate per un periodo  di tempo variabile che va da 3 mesi a 2 anni e in questo secondo caso il tasso di interesse è del 3% lordo. L’imposta di bollo è di 34,20 euro l’anno.

Infine, Santander per i tassi del conto Time Deposit, con somme vincolate a 12 e 24 mesi, offre rispettivamente il 3,50% e il 4% lordo purchè la giacenza non superi 150.000 euro. In caso contrario, in tassi lievitano, rispettivamente, al 4% e al 4,50% lordo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il