Movimento dei Forconi Sicilia: ritornano i blocchi poi sospesi. Rischi traffico e blocco trasporti

Forconi tornano a protestare ma rimosso blocco a San Gregorio: la situazione



Torna la protesta del Movimento dei Forconi con nuove manifestazioni di volantinaggio e proteste, questa volta senza i tir. Il Movimento dei Forconi è formato da gruppi spontanei di autotrasportatori, agricoltori, pescatori, edili ma anche giovani disoccupati, capeggiati dal leader del movimento, Mariano Ferro.

La protesta dei Forconi è l'occasione in cui alcune associazioni degli autotrasportatori siciliani rilanciano la polemica contro altre organizzazioni di categoria nazionali.

Secondo il presidente dell'Aitras, Salvatore Bella: “A portare la categoria nella situazione catastrofica attuale non sono stati i politici o i governi che si sono succeduti, ma le associazioni nazionali che hanno monopolizzato l'attenzione dei governi e li hanno condotti a fare solo ed esclusivamente i loro interessi”. Intanto, è stato rimosso il blocco che era stato allestito al casello di San Gregorio, all'imbocco dell'autostrada Catania-Messina, con conseguenti rallentamenti alla circolazione.

Decisivo, spiega il leader del movimento Mariano Ferro il dialogo con l'assessore all'Economia Luca Bianchi. Ferro ha infatti detto che l’assessore “Ci ha detto che si va verso una moratoria di un anno per tutte i titolari di cartelle Serit e non solo per coloro che hanno già ottenuto la rateizzazione”.

 In quest'ultimo caso il sacrificio economico sarebbe stato di 11 milioni: “Ora ne serviranno di più, ma Bianchi mi ha detto di avere avuto rassicurazione dal ministero dell'Economia”.

Si è tenuto mercoledì 21 marzo anche un incontro tra i Forconi e il presidente della Regione, Renato Crocetta, convocato dallo stesso presidente. L’incontro è stato previsto dal presidente per ascoltare le ragioni della protesta e discutere sulle possibili soluzioni.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il