BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: bloccati tutti i 130mila dei decreti Fornero. La pensione è sempre un miraggio

Esodati: tutti ancora in attesa e problemi ancora aperti



Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, su Agorà (Raitre) è tornata a parlare della questione esodati, sostenendo ancora una volta che non si può conoscere il vero numero degli esodati, cosa effettivamente non vera perché, secondo i numeri definiti già tempo fa, sarebbero circa 314.576 persone (fonte Ragioneria di Stato).

Altro problema è che, nonostante iter legislativi infiniti e graduatorie ancora in corso, nessuno dei 130mila salvaguardati ad oggi ha ricevuto la pensione.  Dei 314.576 individuati dalla Ragioneria di Stato, sono stati salvaguardati solo 130.130 persone, ma di questi 130mila salvaguardati, dopo due anni, ancora nessuno ha iniziato a prendere la pensione.

I primi 65mila tutelati stanno ancora ricevendo lettere da parte dell’Inps, iter che avrebbe dovuto concludersi già a fine febbraio,e  per i secondi 55mila tutto è appena all’inizio.

Per presentare istanza alle direzioni territoriali del lavoro c’è tempo fino al 21 maggio, poi ci vorrà un altro mese per i ricorsi, e altro tempo per le graduatorie, considerandoo che queste stesse direzioni territoriali non ancora concluso le graduatorie per i primi 65.000, che dovevano terminare lo scorso novembre 2012. Infine, c’è il terzo decreto, appena firmato dal ministro Fornero, per la salvaguardia degli ultimi 10mila esodati appartenenti ai 130mila individuati.

L'ultima platea di 10.130 persone è costituita da lavoratori che in passato hanno firmato un  accordo con la propria azienda per mettersi in mobilità e che rischiavano di rimanere senza un impiego e senza il diritto alla  pensione, per effetto delle nuove norme previdenziali, che hanno allungato l'età del pensionamento.

I 10mila lavoratori tutelati dalla Fornero sono quelli già salvaguardati con l'approvazione dell' ultima Legge di Stabilità. Il provvedimento firmato dal ministro è infatti  solo un decreto attuativo, che fissa nel dettaglio i criteri per accedere alle salvaguardie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il