BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cud 2013: tutto quello che c'è da sapere

Scadenze, modalità per riceverlo e problemi: tutto ciò che c’è da sapere sulle novità Cud 2013



L’Inps da quest’anno ha reso disponibile la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione ed assimilati (CUD) in modalità telematica. Il cittadino potrà visualizzare e stampare il proprio Cud direttamente dal sito www.inps.it seguendo percorso: Servizi per il cittadino- inserimento codice identificativo Pin- Fascicolo previdenziale per il cittadino- Modelli- Cud Unificato.

Chi non è in possesso del Pin può richiederlo direttamente online sul sito istituzionale-sezione Servizi/Pin online, tramite Contact Center al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da cellulare; a pagamento secondo il proprio gestore telefonico; e presso le Agenzie territoriali dell’Inps. Ai cittadini in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata CEC-PAC, noto all’Istituto, il Cud verrà recapitato alla corrispondente casella PEC.

Allo stesso indirizzo CUD@postacert.inps.gov.it, i cittadini possono inoltrare la richiesta di Cud anche utilizzando la posta elettronica ordinaria. In questo caso, però, è necessario allegare alla mail la domanda firmata e la copia fronte/retro del documento di riconoscimento del richiedente.

Il Cud 2013 si può ottenere, comunque, anche in formato cartaceo, considerando le notevoli difficoltà incontrate da pensionati e ultraottantenni che non avendo dimestichezza con l’uso di Internet non avrebbero saputo come seguire la procedura online.

Per avere il Cud in formato cartaceo ci si può rivolgere a Cafe professionisti abilitati, agli Sportelli veloci delle Agenzie dell’Inps, comprese quelle ex Inpdap ed ex Enpals, fino alla fine del mese di marzo; o agli Sportelli Amici di Poste Italiane, dove bisognerà pagare 3,30 euro per avere una copia del proprio Cud; infine, gli utenti ultraottantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento, speciale o di comunicazione possono anche rivolgersi Sportello Mobile e contattare un operatore della Sede Inps territorialmente competente per la fornitura di diversi servizi richiedendo telefonicamente all'operatore l'invio della certificazione al proprio domicilio.

La richiesta può essere fatta anche da un familiare e il Cud verrà inviato al domicilio, noto all’Inps, dell’interessato. Per ricevere informazioni e assistenza sono stati comunque istituiti il numero 803.164 gratuito da rete fissa, il numero 06-164164 a pagamento da cellulare, e il nuovo numero verde  800-434320 dedicato (funzionante in modalità automatica senza intervento dell’operatore) raggiungibile solo da rete fissa attraverso il quale si può richiedere l’invio a domicilio del proprio certificato reddituale.

Questi numeri sono stati resi disponibili a causa delle diverse difficoltà riscontrate finora, dalle lunghe code alle poste e ai caf, al pagamento richiesto alle Poste per fare una copia.

Ma anche chi ha provato e riprovato a contattare tali numeri ha riscontrato problemi, perché spesso tutti i numeri sono risultati occupati o fuori uso, o talvolta l’operatore non è stato abbastanza chiaro nel fornire chiaramente le informazioni richieste necessarie.

La scadenza fissata per il Cud 2013 è il 31 marzo 2013 ma e iniziano a trapelare voci di una possibile proroga a causa dei problemi incontrati per scaricarlo online, problemi che hanno portato, tra l’altro, il Codacons ad accusare l’Inps di aver dato vita ad una procedura ‘rompicapo’.

In una nota l'associazione dei consumatori definisce infatti il percorso per ottenere il Cud "un rompicapo anche per mega esperti, dato che nessuna persona normale 'ragiona' come chi ha elaborato il sito internet dell'Inps.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il