BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Libri digitali scuola 2014-15: le novità e cosa cambia. Risparmi anche dal 2013

Libri digitali a scuola e risparmi per le famiglie italiane: le novità



Niente più zaini giganti e pesanti: dal prossimo 2014 a scuola si useranno solo libri digitali. Questa la novità annunciata dal ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, che ha firmato il decreto sulle adozioni dei libri di testo che prevede, dall’anno scolastico 2014/2015, solo manuali in versione digitale o mista. Il provvedimento riguarderà le classi prime e quarte della scuola elementare, le prime delle medie, e prime e le terze delle superiori.

L’adozione dei libri digitali significherà anche un notevole risparmio per le famiglie italiane: per l’anno scolastico 2014-15 restano confermati i prezzi di copertina per il 2013/2014 e si riducono del 20% i tetti di spesa entro cui il collegio dei docenti deve mantenere il costo complessivo dei libri adottati, calo che arriva al 30% se tutti i testi saranno digitali e che porterà risparmi superiori a 100 euro sull'attuale budget.

Dal Ministero precisano che i risparmi ottenuti potranno essere utilizzati dalle scuole per dotare gli studenti dei supporti tecnologici necessari (tablet, pc/portatili) ad utilizzare al meglio i contenuti digitali per la didattica e l'apprendimento.

Nello stesso giorno in cui Profumo ha firmato il decreto ministeriale, Rcs Education, divisione di Rcs Libri, ha lanciato Ebook+, versione digitale dei manuali scolastici, che contiene i tradizionali capitoli di storia o scienze, e contenuti multimediali e software per l’interazione e la condivisione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il