BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Telecom Italia: 3mila esuberi. Contratti di solidarietà e pensionamenti. Accordo con sindacati

Telecom: contratti di solidarietà sociale per esuberi. L’accordo



Via libera all'accordo con i sindacati per salvaguardare i livelli occupazionali in Telecom attraverso il miglioramento della produzione e scongiurando i licenziamenti.

Dei 3 mila esuberi individuati in Telecom Italia Spa, 2 mila 500 saranno gestiti con contratti di solidarietà mentre 500 lavoratori lasceranno la società per andare in pensione, avendo maturato i requisiti necessari. Altri 350 lavoratori di Telecom IT saranno gestiti con analoghi ammortizzatori sociali.

L'accordo tra azienda e sindacati prevede nei prossimi anni una forte 'internalizzazione' del lavoro. In questo modo si punta a rendere stabile la tutela dei livelli di occupazione.

Vito Vitale, segretario della Fistel Cisl, ha spiegato che per quanto riguarda Telecom IT “322 esuberi saranno gestiti attraverso i contratti di solidarietà e altre 22 persone andranno in pensione.

Per ora è stata evitata la trasformazione del customer care, cioè i servizi al cliente, in società ad hoc come in un primo momento voluto da Telecom. L'azienda si è impegnata a non vendere nè societarizzare la divisione fino al 2014”.

Circa un mese fa il responsabile delle risorse umane del Gruppo Telecom Italia, Antonio Migliardi, aveva annunciato interventi di ristrutturazione e riorganizzazione aziendale che avrebbero dovuto portare entro il 2015 a un taglio di personale di circa 2.750 unità lavorative.

Era stato chiarito inoltre che il taglio del personale da parte di Telecom Italia era parte integrante di un piano di riduzione dei costi per complessivi 1,3 miliardi di euro, da spalmare nel prossimo triennio in base a questo iter programmato: 400 milioni nel 2013, 300 milioni nel 2014 e 600 milioni nel 2015.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il