BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nuovo Governo 2013: consultazioni Napolitano oggi. Le proposte di Movimento 5 Stelle Grillo, Pdl, Pd

Ancora in stallo la situazione per la formazione del nuovo governo: cosa propongono i partiti



Ieri Bersani si è recato al Colle per riferire al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, l’esito delle consultazioni con i vari partiti. “A Napolitano ho descritto anche le difficoltà derivate da delle preclusioni o condizioni che non ho ritenuto accettabili. Ho riferito dell'esito del lavoro di questi giorni che non hanno portato a un esito risolutivo.

Ho spiegato le ragioni e illustrato gli elementi di comprensione anche positivi attorno ad alcuni punti ma ho descritto anche le difficoltà derivate da delle preclusioni o condizioni che non ho ritenuto accettabili”, ha riferito il leader del Pd, Pierluigi Bersani che non ha rinunciato all’incarico, come precisano diverse fonti.

Ora tocca a Napolitano: la situazione è complicata , spiegano fonti del Pd, e il Capo dello Stato ha preferito prendersi qualche ora in più per verificare quali condizioni ci saranno a breve. E in questa situazione di impasse, Silvio Berlusconi torna a dire: “Ormai Bersani è fuorigioco, non può più dettare le condizioni. Ha dimostrato di essere un irresponsabile. Ha preferito mettere tutti in questa situazione pur di non trattare con noi”.

E poi spiega: “Napolitano sa bene che siamo la seconda forza in Parlamento, e senza di noi non si va da nessuna parte. Le nostre posizioni non cambiano: governissimo e capo dello Stato di garanzia, altrimenti si vota”.

Silvio Berlusconi dice: “Il Pdl dirà sì a un governo del presidente purché ci riconoscano il peso della seconda forza in Parlamento e ce lo riconoscano in termini di ministri politici e di programmi”.

È un paletto pesante quello che il Cavaliere fisserà al Colle, perché significa non solo sì al governissimo ma anche sì a un premier ‘tecnico’. La condizione è che il governo sia politico e che accolga alcuni punti del Pdl, in materia di tasse e fisco. Oggi alle 16 sarà la volta di Beppe Grillo da Napolitano.

La proposta che dovrebbe essere portata al Colle è quella di un esecutivo, benedetto da Napolitano, con personalità specchiate e al di fuori dal mondo della politica. Su un governo del genere, si potrebbe anche accettare di votare insieme agli altri partiti. E si lavora per proporre a Napolitano una rosa di nomi, da poter votare o comunque ai quali garantire un appoggio esterno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il