BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: problema fondi copertura pensione dal 1 Aprile 2013 non ancora ben chiarito dall'Inps

Esodati: fondi esauriti. Cosa succederà?



Oggi è nuovamente in discussione in Aula la questione esodati, anche se non si aspettano novità eclatanti, giacchè è solo prevista la definizione e l’attuazione del terzo decreto varato dal governo, quello che cioè tutela gli ultimi 10mila esodati individuati dalla salvaguardia.

Nonostante il terzo decreto tuteli altri diecimila i lavoratori, facendo arrivare la platea dei salvaguardati a 130mila persone, restano, comunque, privi di tutele più di 200mila persone che, secondo la Ragioneria di Stato, arrivano anche a 314mila esodati non salvaguardati che sono stati messi in disparte dalla riforma Fornero e dagli interventi precedenti, cioè quelli che hanno tutelato le prime due platee di 65mila e 55mila lavoratori.

Per quanto riguarda queste prime due platee di salvaguardati, per i primi 65mila, a cui lo stesso ministro Fornero aveva promesso lettere e comunicazioni entro febbraio, le verifiche dell’Inps sono ancora in corso. Le domande, del resto, hanno rapidamente raggiunto, e superato, i posti messi a disposizione dal governo. Per la categoria dei cessati, per esempio, sono arrivate 18.701 domande rispetto alle 6.890 posizioni previste.

Stesso discorso per i lavoratori che hanno all’attivo prestazioni a carico dei Fondi di solidarietà: un primo contingente di 17.710 posti è stato esaurito prima della fine dell’anno. E lo scorso 4 marzo l’Inps ha comunicato che, con decorrenza primo aprile, è esaurito anche il planfond di 1.600 posti aggiunti dal governo lo scorso gennaio.

Rete esodati chiede, dunque, ulteriori chiarimenti all’Inps e soprattutto la possibilità di salvaguardare tutti coloro che prenderebbero la pensione entro gennaio 2015, senza graduatorie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il