BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Facebook Home per cellulari Android e primo cellulare ufficiale: strategie e previsioni

Nuova app Home di facebook per cellulari: cos’è e novità



Facebook lancia Home, una specie di mini sistema operativo che raggruppa tutto l'ecosistema del 'social' in mobilità. In realtà, più che un vero sistema operativo per dispositivi portatili, si tratta di un’applicazione per Android che una volta installata trasforma in maniera radicale il sistema di Google.

Home sarà pre-installato su telefonini Htc First, al prezzo di 99,99 dollari dal 12 aprile e, sempre dal 12 aprile, sarà anche disponibile per il download su Google Play Store e installabile sugli smartphone Htc One, Samsung Galaxy S3 ed S4.

Il software permette di vedere immediatamente le foto e gli aggiornamenti degli 'amici' dalla schermata iniziale del proprio cellulare e mostra i messaggi e i post più importanti pubblicati su Facebook. Come ha annunciato l'amministratore delegato Mark Zuckerberg aprendo la presentazione a Menlo Park, in California dove ha sede il quartier generale dell'azienda, “Oggi finalmente parleremo del Facebook-phone, o meglio di come trasformare un telefono Android in un dispositivo social.

Mettere prima la gente e poi le app, semplicemente invertendo l'ordine è un piccolo ma significativo cambiamento del nostro rapporto con la tecnologia. Sarà una grande esperienza e cercheremo di trasportarla dai cellulari ai tablet nei prossimi mesi”.

Sempre il 12 aprile arriverà negli Usa l’Htc First, il primo ‘Facebookfonino’ in cui Home sarà già installato nonché ottimizzato. Htc First è un telefono di fascia media, dotato di schermo da 4,3 pollici con risoluzione 720p, processore Qualcomm Snapdragon 400, 1 GB di ram, fotocamera da 5 megapixel.

Il nuovissimo Facebookfonino sarà venduto da At&T a 99,99 dollari con due anni di contratto obbligatorio. Il prezzo senza contratto è di 450 dollari. Non è noto al momento se arriverà anche su altri mercati, come il nostro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il