BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte di credito 2013: offerte Poste Italiane, Unicredit, Banca Intesa Aprile 2013

Offerte carte di credito aprile 2013: quale scegliere



La carta di credito è uno strumento di pagamento rilasciato da una banca o da un ente finanziario, il cui uso varia in funzione dell'affidabilità del cliente stesso.

La carta di credito è consente di regolare il pagamento successivamente all'acquisto, quindi, il cliente può acquistare senza l'uso di contanti, il fornitore non è soggetto al rischio di un pagamento tramite assegno e quindi all'eventuale insolvenza dello stesso, e l'istituto eroga un servizio percependo, per questo, una commissione.

Oltre che come strumento di pagamento, la carta può essere utilizzata come strumento di prelievo allo sportello automatico (similmente a una carta Bancomat) mediante il codice segreto consegnato insieme alla carta. Con il passare del tempo, questo prodotto si sta rivelando sempre più utile e necessario nell'acquisto di beni o servizi ma è necessario prestare attenzione alle spese previste prima di sceglierne una.

Tra alcune offerte del momento, c’è Carta Blu di Intesa San Paolo. Questa carta ha un canone annuo di 30 euro, un massimale di spesa di 3000 euro al mese, mentre il suo limite standard è di 1000 e consente di compiere operazione sui circuiti di pagamento convenzionati sia MasterCard sia Visa, oltre ai prelievi in Italia e nel resto del Mondo.

L’addebito avviene sul conto corrente d’appoggio il giorno 15 del mese successivo alla data di acquisto. La sua validità è di 3 anni e permette un limite di anticipo contante dall’automatico di 800 euro in caso di servizio avvisi sms attivato, altrimenti 700.

Il cliente può, però, chiedere in ogni momento di aumentare temporaneamente il massimale della Carta , comunque non oltre il 50% del massimale concordato con la Banca al momento della emissione della Carta o successivamente per iscritto, ovvero le condizioni.

Con Carta Blu si può pagare anche sul web e può usufruire dei servizi di home banking. Per quanto riguarda le commissioni, ogni prelievo per anticipo contanti allo sportello prevede una commissione del 2% sull’importo qualora si tratti di un Atm di Intesa Sanpaolo.

Altrimenti diventa del 4%, per un minimo di 2,50 euro. C’è poi la carta Classic E di Unicredit, che prevede il pagamento di un canone di 33 euro l’anno, permette di devolvere a favore di un fondo di sostenimento per famiglie disagiate il 2 per mille dell’importo speso, anticipi di contante esclusi, oltre alla capacità di compiere pagamenti in sicurezza sul web e il prelievo di contante presso gli sportelli.

Questa carta prevede anche un’assicurazione che protegge in caso di acquisti fraudolenti o di eventi negativi avvenuti in viaggio. L’addebito in questo caso avviene il 5 di ogni mese successivo all’acquisto. Anche Poste Italiane propone un suo prodotto: si tratta di Bancoposta Classica, prodotto fornito da Deutsche Bank per Poste Italiane, che prevede un canone annuo è di 23,24 euro mentre ogni carta aggiuntiva costa 15,49 euro.

Il fido è di 1600 euro. In questo caso, l’addebito avviene ogni 28 del mese corrente e le commissioni sul carburante sono gratuite a patto che l’importo sia inferiore a 100 euro.

Il vantaggio per il titolare è dato dal fatto che i primi 40 giorni di credito sono senza interessi né commissioni oltre ad una serie di sconti che vanno dal 2 al 40% presso 20 mila esercizi convenzionati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il