BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Incontro Berlusconi-Bersani ieri: chi sarà nuovo presidente della Repubblica 2013? Anche Bersani

Vertice positivo fra Berlusconi e Bersani: la scelta del presidente della Repubblica



Vertice positivo fra Berlusconi e Bersani sui nodi del governo da sciogliere e sulla scelta del presidente della Repubblica. “L’ultima cosa che voglio è ridurre l'Italia a un campo di battaglia. Per questo abbiamo deciso di incontrarvi”: così Pierluigi Bersani ha dato il via al suo incontro con Berlusconi.

E Berlusconi replica: “C'è un paese che sta morendo - attacca Berlusconi -, qua sta andando tutto a rotoli, le televisioni ormai la pubblicità la regalano, il debito pubblico esplode: dovete capire che serve uno scatto di reni, un'assunzione comune di responsabilità per formare un governo forte e autorevole. Smettetela di correre dietro a quei pazzi che vi insultano”. Alla fine tutto va bene.

“E' stato un buon incontro però siamo all'inizio”: così Enrico Letta ha commentato l'esito dell'incontro tra Pier Luigi Bersani e Silvio Berlusconi. “Un incontro utile per chiarirci sui criteri per individuare insieme una rosa di personalità che possa rappresentare l'unità del paese. In un momento di grandi divisioni, il Pd sente la forte responsabilità che sul presidente della Repubblica ci sia un segnale forte di unità nazionale”, ha detto Enrico Letta.

E ancora: “E' necessario tentarle tutte per arrivare a un presidente eletto con un largo consenso. Non abbiamo parlato di nomi. Prima servono i criteri. Abbiamo parlato esclusivamente di presidenza della Repubblica. L'obiettivo è arrivare ad una elezione con un largo consenso. Non abbiamo parlato di nomi. Penso ci saranno altri incontro con il Pdl”.

“L'incontro con Pierluigi Bersani, ha invece detto il segretario del Pdl Angelino Alfano, è stato l'occasione per confermare quel che abbiamo sempre detto: il presidente della Repubblica deve rappresentare l'unità nazionale e dunque non può essere, e neanche può apparire, ostile a una parte significativa del popolo italiano”.

“Quella che verrà scelta per il Colle deve trattarsi di una personalità di indiscusso prestigio e di riconosciuta competenza istituzionale. Durante l'incontro non sono stati fatti nomi di possibili candidati”, ha spiegato il segretario del Pdl.

Secondo Bersani, “La ricerca andrà piantata su una personalità condivisa, onesta e in buona fede. Il prossimo inquilino del Colle dovrà avere un carattere di novità e l’esperienza politica non sarà condizione imprescindibile. Altra questione che sta a cuore al segretario del Pd: cercare anche tra le donne. Emma Bonino, Anna Finocchiaro, Annamaria Cancellieri, Paola Severino”. Potrebbe essere Bersani stesso? Si vocifera e nei prossimi giorni ci saranno ulteriori incontri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il