BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2013: chi deve presentare dichiarazione dei redditi quest'anno e chi è esentato

Chi deve presentare modello 730 e scadenze



Il modello 730/2013 è un modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendente e ai pensionati.

Con il modello 730 si possono dichiarare redditi di lavoro dipendente; redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente; redditi dei terreni e dei fabbricati; redditi di capitale; redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva; alcuni dei redditi diversi (per esempio i redditi di terreni e fabbricati situati all’estero); alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio i redditi percepiti dagli eredi e dai legatari).

Non possono, invece, usare il modello 730 ma devono presentare il Modello Unico tutti quei contribuenti che nell’anno d’imposta hanno percepito redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione o redditi di lavoro autonomo, inoltre devono presentare anche una delle dichiarazioni tra Iva, Irap, sostituti d’imposta Modelli 770 semplificato/ordinario.

Devono presentare il Modello Unico i contribuenti che non sono residenti in Italia nell’anno di presentazione della dichiarazione e in quello precedente, coloro cui corre l’obbligo di presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti, e quanti nell’anno di presentazione della dichiarazione percepiscono redditi di lavoro dipendente erogati esclusivamente da datori di lavoro non obbligati ad effettuare le ritenute d’acconto.

Il modello 730 2013 deve essere compilato dal contribuente, seguendo le istruzioni allegate al modello o fornite dall’Agenzia delle Entrate sul suo sito internet, e successivamente consegnato al proprio datore di lavoro, ad un Caf o ad altro professionista abilitato.

Il termine per la presentazione del modello 730 2013 varia a seconda della modalità di consegna, fissata al 30 aprile 2013 per la presentazione al proprio datore di lavoro e al 31 maggio 2013 per la presentazione presso un centro di assistenza fiscale o un professionista abilitato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il