BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Maturità 2013: quarta prova, ma non ci sarà test invalsi. Le novità

Nuova prova per maturandi: cosa prevede e reazioni



Grandi novità in arrivo per gli studenti dell'ultimo anno di scuola superiore che si apprestano a sostenere gli esami di maturità il prossimo giugno 2013.

Qualche giorno fa, infatti, lo stato maggiore dell'Invalsi (l'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione) ha presentato la cosiddetta quarta prova degli esami di stato che, in aggiunta alle tre prove scritte e al colloquio pluridisciplinare attuali, dovrà essere sostenuta dai maturandi.

Tre in particolare i campi di istruzione che verranno valutati dal nuovo quizzone: capacità di letto-scrittura, capacità matematiche e competenze in inglese. Ma al superiore, diversamente da ciò che avviene nella scuola primaria e nella secondaria di primo grado, sono presenti diversi indirizzi: licei, istituti tecnici e istituti professionali e, per questo motivo, il test avrà una parte di domande comuni a tutti gli indirizzi e una parte specifica per ogni indirizzo di studio.

La prova verrà somministrata a metà anno, quest’anno a maggio, e avrà un duplice obiettivo: una finalità orientativa per i ragazzi alle prese con la scelta universitaria e selettiva; e la possibilità per le università di utilizzare gli esiti del test Invalsi per selezionare le matricole.

Nel 2015, le prove verranno somministrate soltanto attraverso strumenti informatici. Ma i sindacati non ci stanno e contro il nuovo test Invalsi, i Cobas hanno già indetto uno sciopero generale della scuola che si terrà il 7 maggio per materne ed elementari, il 14 per scuole medie e il 16 per le scuole superiori.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il