BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito: migliori ad aprile 2013. Confronto offerte e tassi di interesse

I migliori conti deposito di aprile: quale scegliere



Il 2013 ha iniziato a gravare i conti deposito di nuove tasse e un’imposta di bollo più alta, ma, nonostante queste novità, questi strumenti finanziari continuano a rappresentare uno strumento finanziario privilegiato da molti italiani che vogliono mettere al riparo la propria liquidità.

Per i conti deposito, infatti, da tempo considerati una delle migliori fonti di risparmio dagli italiani, dal primo gennaio 2013  l'imposta di bollo sui depositi è passata dallo 0,10% allo 0,15% annuo sulle somme depositate, con un minimo di 34,2 euro e senza alcun tetto massimo (a differenza di quest'anno, in cui esiste un tetto massimo 1.200 euro), e con l’aumento dell’imposta di bollo prevista sui conti deposito si potrebbe assistere forse ad un’inversione di tendenza, dovuta al fatto che prima l'onere era pari a soli 1,81 euro per ogni comunicazione alla clientela, motivo per cui la grande maggioranza delle banche era ben disposta ad accollarselo.

Ora invece non sarà più così. Un conto deposito si distingue dal conto tradizionale principalmente per la sua funzione di "parcheggio di liquidità". Questo tipo di conto è in genere molto meno costoso di un normale conto bancario, anzi nella maggior parte dei casi i costi di apertura e chiusura sono totalmente gratuiti.

Le operazioni eseguibili su tali conti sono in genere limitate ai bonifici in entrata e in uscita verso un conto intestato a nostro nome, tale limitazione è anche una ulteriore garanzia di sicurezza perchè i soldi depositati su un conto deposito potranno essere spostati solo verso conti bancari intestati al medesimo titolare. Ci sono diverse proposte interessanti e convenienti per colo che decidono di investire in un conto deposito.

Tra i migliori conti deposito per il mese di aprile troviamo il Conto Webank, che prevede rendimenti del 3,25% lordo sui vincoli a 12 mesi; il conto Rendimax Vincolato di Banca Ifis che offre un rendimento del 3,29% netto, ovvero del 4,1% lordo. Il conto è a costo zero per apertura, chiusura e gestione e l'imposta di bollo viene pagata dalla banca.

Ma c’è anche conto Vincolo in Conto Corrente Promo di Banca BPM, per il quale è necessario un conto in banca Bipiemme, e che prevede interessi lordi al 4% e netti al 3,19%; seguito dal Conto su Ibl di IBL Banca, un conto deposito con un bel rendimento del 3% netto (3,75% lordo), come sempre considerando somme vincolate a 12 mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il