BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni 2013: quali scegliere e investire per avere i migliori rendimenti. Consigli gestori

Obbligazioni governative e Paesi emergenti: dove puntare secondo gli esperti



L’andamento dei mercati obbligazionari con gli elevati rendimenti visti nel 2012 non si ripeterà: gli spread, schizzati in alto lo scorso anno per il timore di un collasso dell’Eurozona, rientrati dopo lo scudo della Bce, oggi sono vicini ai valori fair value.

Questo nonostante l’esito incerto delle elezioni italiane prima e turbolenze ancora presenti sui Paesi dell’euro poi abbiano comportato una risalita dei differenziali tra Paesi core e periferici dell’area.

Il consiglio degli esperti è di allungare la durata dei titoli in portafoglio o puntare sulle emissioni dei mercati emergenti, che negli ultimi tempi hanno visto ridurre il loro profilo di rischio.

Per Gianfranco Venuti, direttore servizio investment center di Bpm, sarebbe meglio guardare maggiormente all’obbligazionario misto: “Con i tassi ai minimi, l’investimento in bond si mostra poco profittevole in questo moment. Così riteniamo più utile combinare un’esposizione sulla componente obbligazionaria con una quota azionaria che cavalchi i trend ritenuti di volta in volta più interessanti tramite fondi comuni a scadenza.

Ad esempio, in questa fase di mercato i gestori tendono a orientarsi soprattutto verso le società che beneficiano della ripresa dei consumi e quelle che offrono buoni dividendi”.

Secondo CorrierEconomia, per quanto riguarda le obbligazioni governative, molti fund manager si attendono ancora risultati positivi da quelle gestioni specializzate sulle emissioni dei titoli di Stato dei paesi periferici dell'euro (Italia compresa), nell'ipotesi che lo spread (differenziale di rendimento) contro il Bund tedesco si riduca ulteriormente.

Analogamente le obbligazioni societarie investment grade, le emissioni ad alta sicurezza, hanno raggiunto livelli di prezzo così elevati (e di rendimento così basso) che è difficile ipotizzare performance future particolarmente elevate per i fondi specializzati in questa categoria di titoli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il