BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nuovo Governo 2013 dopo elezioni Napolitano. Amato o Letta Premier e gli altri possibili Ministri

Amato e Letta possibili premier: i nomi dei probabili ministri.



“Lunedì avrò modo di dire quali sono i termini con cui ho accolto l’appello ad assumere di nuovo la carica di presidente. Auspico che tutti sapranno nelle prossime settimane onorare i loro doveri concorrendo al rafforzamento delle istituzioni repubblicane.

Dobbiamo guardare ai problemi dell'Italia, degli italiani, e all'immagine e al ruolo istituzionale del nostro Paese. Da martedì dovrebbero poi riprendere le consultazioni per arrivare alla formazione del governo”, ha detto Giorgio Napolitano dopo la sua seconda elezione e proprio oggi, alle 17.00, giurerà e pronuncerà il discorso di insediamento di fronte al Parlamento riunito in seduta comune.

Giorgio Napolitano è in procinto di varare un esecutivo di ‘emergenza’ o di ‘scopo’ che si potrebbe definire ancora meglio ‘governo del presidente’. Sarà un esecutivo politico ma di stampo ‘tecnico’ e che, nelle intenzioni di Napolitano, dovrà affrontare e risolvere le emergenze economico-sociali ma anche istituzionali.

Tutto dipenderà dalle scelte tecnico-politiche che Napolitano farà per palazzo Chigi: i nomi che circolano per la carica di premier sono quelli di Giuliano Amato (in pole per la sua caratura economica e internazionale) ed Enrico Letta ma spunta anche il nome di Pietro Grasso che così lascerebbe la presidenza del Senato, utile nella trattativa con il Pdl.

Come vicepremier le voci di palazzo danno Angelino Alfano per il Pdl e Mario Mauro per Scelta Civica; si potrebbe parlare, poi, di Gianni Letta come sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Farà certamente parte del nuovo esecutivo Mario Monti, dato all'Economia o alla Farnesina, che però potrebbe essere occupata da Massimo D'Alema. Alla Riforme si fa il nome del saggio Gaetano Quagliariello; Anna Maria Cancellieri potrebbe restare al Viminale, e forse alla Giustizia Paola Severino, Enzo Moavero Milanesi agli Affari europei e Corrado Passera allo Sviluppo economico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il