BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2013: nuovo modello corretto e istruzioni riviste online

Le novità di Unico 2013: cosa prevedono



Il modello Unico è utilizzato per la dichiarazione dei redditi dai contribuenti che percepiscono redditi da terreni o fabbricati, redditi di partecipazione, redditi di impresa, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva e redditi diversi. Sono obbligati a utilizzare il modello Unico 2013 Persone fisiche quei contribuenti che nell’anno precedente (cioè, quello oggetto di dichiarazione) hanno posseduto redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo, redditi “diversi” non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730; nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia; nell’anno di presentazione della dichiarazione percepiscono redditi di lavoro dipendente erogati esclusivamente da datori di lavoro non obbligati ad effettuare le ritenute d’acconto; e devono presentare anche una delle dichiarazioni Iva, Irap, Modello 770 ordinario e semplificato. Il modello Unico deve essere trasmesso all'Agenzia delle Entrate in via telematica entro il 30 settembre. Il Modello Unico 2013 è stato aggiornato con il provvedimento direttoriale delle Entrate del 18 aprile scorso. Si tratta di modifiche relative alle istruzioni necessarie per correggere alcuni errori materiali riscontrati successivamente alla pubblicazione del modello.

 
Per visualizzare le modifiche cliccare qui:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Dichiarare/DichiarazioniRedditiPF/UnicoPF13/Modello+Unico+PF_2013/

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il