Esodati, pensioni, lavoro e non solo: il programma del nuovo Governo 2013

Gli impegni del prossimo governo: previsioni



Occupazione, lavoro giovanile, questione esodati, reperimento risorse per la cassa integrazione in deroga, proroga del blocco per i contratti dei precari della pubblica amministrazione, insieme a modifica della riforma delle pensioni Fornero e soluzione alla questione pensionandi della scuola di Quota 96: sono questi gli impegni principali che il nuovo governo si troverà ad affrontare. Impegni che negli ultimi mesi si sono trasformate in vere e proprie emergenze sociali per cui è necessario intervenire.

Il prossimo governo avrà il compito di imprimere una svolta all’azione politica in Italia e rilanciare economicamente il Paese per farlo uscire dall'impasse in cui è costretto da tempo. Si potrebbe parlare quasi di miracolo da compiere, in realtà basterà solo una riorganizzazione e una pianificazione di un lavoro graduale, pur se impegnativo.

Ma il tutto sarà necessario per risollevare la sorte degli italiani. Inoltre, i primi di maggio la Commissione Ue darà le stime di primavera per il 2013 che dovrebbero fotografare il deficit-Pil italiano, seppur di poco, sotto quota 3% ed entro fine maggio sarà chiusa per l’Italia la procedura d’infrazione per deficit eccessivo e si può aprire una nuova stagione di sviluppo.

Questo passaggio permetterà al nostro Paese di approfittare di una nuova strategia internazionale che vede di buon occhio politiche espansive in Giappone e negli Usa e, di riflesso, consente all’Europa di allentare la morsa dell’austerity. Approfittare di questo spazio di manovra sarà, dunque, doveroso per il prossimo governo.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il