BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2013: le detrazioni possibili per poter risparmiare sulle tasse

Le spese che si possono portare in detrazione nel modello 730: come fare



Il modello 730/2013 permette di portare in detrazione alcune spese compiute durante l’anno cui si riferisce la dichiarazione dei redditi che si presenta, per il modello 2013 ci si riferisce a redditi e spese del 2013.

Tra le spese che possono essere recuperate tramite il modello 730 il riscatto anni di laurea, per cui è prevista una deduzione dal 23% al 43%; l’acquisto prima casa tramite intermediari, se utilizzata un'agenzia immobiliare, su una spesa massima di 1.000 euro; mutui per acquistare, costruire o ristrutturare la prima casa, interessi passivi (fino a un massimo di 4.000 euro sull'acquisto e fino a 2.582 euro sulla costruzione o ristrutturazione); e spese di asili nido.

In detrazione anche le spese relative a ristrutturazioni e abbattimento barriere, per opere di edilizia dal 26 giugno 12 al 30 giugno 13, per cui la detrazione sale al 50% su un limite massimo di spesa di 96.000 euro, mentre dall'1 luglio 2013 la detrazione ritorna al 36%.

Chi non avesse presentato la comunicazione obbligatoria d'inizio lavori al centro Operativo di Pescara nel periodo compreso tra il primo gennaio 2011 e il 13 maggio 2011, decadendo dal diritto alla detrazione, potrà ora chiedere l'agevolazione presentando una dichiarazione integrativa entro il 30 settembre 2013.

Per ottenere le detrazioni nel 730, bisogna presentare documenti relativi a visite mediche specialistiche o generiche, di riabilitazione, ginnastica, massaggi (in questo caso bisogna presentare la fattura rilasciata dal centro sanitario accompagnata dalla prescrizione medica), rette di case di riposo, e spese di cure termali.

Bisognerà inoltre presentare eventuali ricevute di ticket sanitari per prestazioni effettuate presso il SSN; scontrini parlanti relativi all’acquisto di medicinali; certificati medici per qualsiasi uso; spese per l'assistenza ai portatori di handicap e relativi all'acquisto di autoveicoli adattati. Valgono anche le spese mediche effettuate all'estero e le spese per delle assicurazioni vita e della previdenza complementare, nonchè la dichiarazione Imu.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il