BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati, cassaintegrazione in deroga, iva, tares: il nuovo governo Letta pronto ad intervenire

Dall’Iva all’Imu alle emergenze sociali: gli impegni del nuovo governo



Il nuovo governo Letta, nel dramma della sparatoria che ieri si è consumata davanti a Palazzo Chigi proprio nel momento del giuramento dei nuovi ministri, si è insediato e le priorità saranno ora quelle di risolvere le emergenze sociali che si sono determinate nel nostro Paese.

Il tutto passa ora nelle mani del nuovo ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni. A lui il compito di affrontare, insieme al collega Enrico Giovannini Welfare, il problema della cassa integrazione in deroga che terminerà entro giugno e la questione esodati: sono 130mila coloro che sono stati già salvaguardati, ma gli ultimi calcoli ne indicano ancora migliaia, c’è chi ne stima circa 300mila, da tutelare.

Allo studio anche la possibilità di far saltare l'aumento dell'Iva ordinaria e ipotesi alternative che riguardano l'aumento della nuova tassa sui rifiuti Tares, osteggiato dai molti in Parlamento.

Si pensa poi anche a cancellare e restituire l'Imu sulla prima casa, operazione che costerebbe il primo anno 8 miliardi, poi 4 miliardi l'anno di mancato gettito, tanto che si parla di revisione con l'ipotesi (del Pd) di non far pagare fino a 500 euro redistribuendo l'onere sulle fasce più alte dei contribuenti, ma lasciando inalterato il gettito come già chiesto da Bankitalia.

C'è poi il capitolo delle spese da rifinanziare, come missioni di pace, spese inderogabili, contratti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il