BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Def 2013 all'esame nuovo Governo Letta. Si potrebbe cambiare dicitura Imu

Imu e novità nuovo governo: cosa potrebbe cambiare



Il Def, documento che riporta le linee di sviluppo della politica economica, passa all’esame del nuovo governo. In Parlamento c'è chi spiega che non avrebbe senso approvarlo senza un preventivo confronto con il nuovo governo e c’è anche chi auspica sia necessario mettere mano alla recente correzione del governo uscente: la nota con la quale è stata resa permanente l'Imu che invece, nella prima versione, scontava un carattere sperimentale fino al 2015.

L’Imu, infatti, che era stata introdotta come misura triennale fino al 2015 , è diventata permanente e, di conseguenza, è diventata inutile la parte del Def che descriveva gli scenari economici dopo gennaio 2015 senza l’apporto del balzello più odiato dagli italiani.

L'Imu rappresenta, del resto, un capitolo delicato per cui il presidente del Consiglio, Enrico Letta, annuncerà l'esenzione dell'imposta sulla casa per quasi tutti, come tappa di avvicinamento all'abolizione totale, con l'obiettivo di convincere anche gli esponenti del Pdl.

Letta insisterà sulla necessità di guardare alle condizioni reali delle famiglie e delle imprese, che non possono sopportare un fisco eccessivo.  Per quanto riguarda le novità Imu, si parla di moratoria per il 2013; aumento della detrazione base attualmente a 200 euro; esenzioni speciali per le famiglie con un Isee (la denuncia di redditi e patrimoni utilizzata per accedere ai servizi sociali) sotto i 15 mila euro.

Della moratoria potrebbero beneficiare tutti, dell'aumento delle esezioni da 200 a 600 euro, secondo le stime, a beneficiarne potrebbe essere l'85% dei contribuenti, mentre dell'esenzione per chi ha un Isee sotto i 15mila euro potrà beneficiarne solo il 50% dei contribuenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il