BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cassa integrazione in Deroga: uno dei punti del programma del Governo Letta più urgenti

Reperire le risorse per la cassa integrazione in deroga: cosa farà il nuovo governo



Stanno per esaurirsi le risorse per la cassa integrazione in deroga, situazione che sta creando tanto che la leader della Cgil Susanna Camusso ha detto che è assolutamente necessario reperire nuove risorse per non lasciare ‘in mezzo alla strada’ mezzo milione di persone. Più di 500mila italiani rischiano, infatti, nei prossimi mesi di non ricevere la Cassa integrazione guadagni (cig).

Il segretario della Cgil ha citato settimane fa i dati preoccupanti in arrivo dal mercato del lavoro: nello scorso mese di marzo, infatti, si è registrato un aumento vertiginoso delle ore di Cig, che hanno sfiorato la soglia dei 97milioni, con una crescita di oltre il 22,4% rispetto a febbraio.

In questo scenario, i soldi per finanziare la Cig stanno esaurirsi: non per tutti i lavoratori, ovviamente, ma per quel mezzo milione di dipendenti che, secondo i dati dell'Inps rielaborati dalla Cgil, stanno svolgendo la cassa integrazione a zero ore.

Si tratta di persone che (formalmente) non hanno perso ancora il posto di lavoro ma che, purtroppo, sono state lasciate a casa (senza poter svolgere neppure un orario ridotto) da aziende che si trovano in grave difficoltà. I soldi per la cassa in deroga sono però agli sgoccioli.

All'inizio dell'anno, il governo ha stanziato per questo ammortizzatore sociale una somma di 200 milioni di euro ma le risorse necessarie nell'intero 2013 superano abbondantemente il miliardo.

Secondo la Uil ci vogliono almeno 1,5 miliardi, mentre secondo il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, 1,2 miliardi. E sarà compito del nuovo governo cercare queste risorse da stanziare per proteggere i lavoratori a rischio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il