BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa speciali e ordinari: le modifiche possibili del nuovo Governo Letta e ministro

Tfa e nuovo governo: cosa potrebbe cambiare per i tirocini formativi attivi?



Con l'insediamento del nuovo governo e del nuovo ministro dell'Istruzione Carrozza si torna a parlare, dopo mesi di polemiche e proteste, di Tfa. I Tfa speciali, come previsto precedentemente, sono corsi di abilitazione destinati a docenti che vantano tre anni di servizio e per i quali non è previsto test di accesso e tirocinio in itinere.

Attualmente il testo è ancora fermo alla Corte dei Conti e, auspicando possibili cambiamenti, l’Associazione ADi ne chiede già il ritiro, invitando il nuovo ministro Carrozza a bloccare i Tfa speciali, mentre il FLI chiede la modifica dei requisiti, con l’inclusione dell’anno in corso e la revisione della prova di ingresso.

In particolare, l’Associazione ADi chiede senza mezzi termini al nuovo Ministro di bloccare la procedura di attivazione dei Tfa speciali, al momento al vaglio della Corte dei Conti per la necessaria approvazione prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Granata, Muro e Mottola di FLI, invece, parlano di ‘accanimento contro una categoria di insegnanti che, da supplenti o incaricati, puntellano la scuola italiana da anni’ e chiedono, come accennato, tra le possibili modifiche per i Tfa, l’inclusione dell’anno in corso tra i requisiti e un diverso peso del test, “che rischia di penalizzare in maniera eccessiva i partecipanti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il