BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: decreto in 2-3 giorni ma possibile nuova tares che inglobi tutte le tasse per la casa

Imu 2013 e pagamento con nuova Tares? La novità al vaglio



Nonostante le precisazioni fatte dallo stesso premier sulle novità Imu che ne prevedono una sua sospensione per la rata di giugno, si accende il dibattito intorno alla tassa sugli immobili e spunta la possibilità di una grande novità: vale a dire, quella che prevede il pagamento di ogni imposta sulla casa attraverso la Tares, la nuova imposta sui rifiuti che ingloberà il pagamento di diversi servizi, dal prelievo comunale sugli immobili, a quello sui rifiuti e sui servizi a cui aggiungere, dunque, un prelievo mirato sulle case di pregio.

In alternativa a questa soluzione, il governo Letta potrebbe pensarea di avvicinare ancora di più l'imposta municipale unica al modello tedesco, cioè ad una tassa molto più federale, completamente gestita dal territorio e strettamente legata a una rivalutazione delle rendite.

Ma, considerando che il nuovo decreto sull’Imu dovrà essere presentato in tempi strettissimi, cioè qualche giorno, c’è chi pensa anche semplicemente che la strada migliore da intraprendere possa essere quella di rimodulare l'imposta sugli immobili con un intervento mirato sulle detrazioni per l'abitazione principale e i carichi di famiglia.

Con una maggiore progressività del prelievo legata al reddito e all'Isee. Non resta, dunque, che attendere il primo decreto legge con l'ufficializzazione dello stop al pagamento di giugno e le eventuali modalità per far fronte agli effetti di cassa, pari a circa 2 miliardi di euro, che la sospensione produrrà sui bilanci degli enti locali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il