BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test università 2013: punteggio esame maturità fondamentale ma non solo

Cosa cambia nei test per accedere alle Facoltà a numero chiuso



Cambiano le modalità di accesso alle Facoltà universitarie a numero chiuso, a partire dall’importanza che rivestirà il voto preso alla Maturità, che avrà un suo peso nel punteggio finale, per premiare gli studenti più meritevoli.  E così, chi ha preso più di 80 all’esame potrà beneficiare tra i 4 e i 10 punti, secondo parametri che verranno indicati più avanti.

In pratica si potranno realizzare al massimo 100 punti. Tra le altre novità più importanti i tempi: se, infatti, fino all'anno scorso i test iniziavano a settembre, lasciando tempo per lo studio ai ragazzi che volessero provare ad iscriversi alle facoltà a numero chiuso, ora, invece, cominceranno appena dopo il conseguimento del diploma, a luglio, e nel 2014 i test saranno anticipati addirittura ad aprile, prima, dunque, anche dell'esame di maturità.

Per quanto riguarda lo svolgimento del test in sé, questi per le facoltà a numero chiuso, questi non consisteranno più in ottanta quesiti, ma in sessanta. Delle sessanta domande, solo cinque verteranno sulla cultura generale, una decisione presa a seguito delle numerose polemiche presentatesi negli anni, secondo cui i contenuti di questi quesiti erano sovente estranei al corso di studi e ai programmi ministeriali; 25 domande saranno di logica e il resto riguarderanno i temi specifici dell'indirizzo universitario scelto.

Altro cambiamento riguarda il tempo di svolgimento del test: questo infatti fino all’anno scorso variava da facoltà a facoltà, ora invece in tutte le università il tempo concesso ai candidati per completare il test sarà di 90 minuti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il