BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bce taglia tassi di interessi Maggio 2013:potrebbero anche diventare negativi.La strategia di Draghi

Nuovo taglio tassi Bce. Draghi ai governi: “Non vanifichino nostri sforzi”



La Banca centrale europea ha tagliato il tasso d'interesse principale allo 0,50% dallo 0,75%, raggiungendo un nuovo minimo record. Ad annunciarlo la stessa Bce. Il tasso sui prestiti marginali scende di mezzo punto all'1%, quello sui depositi resta invariato allo 0%.

La Bce non solo ha tagliato i tassi dello 0,25%, ma ha anche lasciato la porta aperta a nuovi interventi, spiegando che la politica monetaria di Francoforte “resterà accomodante per tutto il tempo che servirà.

E guardando avanti monitoreremo molto attentamente tutte le informazioni che giungeranno dagli sviluppi economici e monetari, e valuteremo qualunque impatto che avranno sulla stabilità dei prezzi”.

Non solo taglio dei tassi, perché per rilanciare l’economia, la Bce ha deciso inoltre di prolungare fino alla metà del 2014 le aste con cui fornisce liquidità illimitata a scadenza trimestrale e di effettuare tre aste straordinarie di rifinanziamenti ultra agevolati di prestiti a tre mesi a favore delle banche commerciali.

E il presidente della Bce, rivolgendosi ai rivolto ai governi, e soprattutto al governo italiano, che è appena nato, ha detto: “I governi non vanifichino i nostri sforzi”.

Secondo Draghi, i conti vanno tenuti in ordine e vanno fatte le riforme strutturali. Draghi ha poi ammesso che "nella fase cruciale della crisi per il risanamento si è puntato molto sulle entrate, ma ora si può pensare a riequilibrare tagliando le spese ma senza dimenticare la strada maestra".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il