BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Lavoro: il piano del Governo Letta per cambiare Legge Fornero. Le novità possibili

Il premier e il ministro Giovannini aprono a modifiche riforme Fornero. Le priorità



Affrontare prima l'emergenza sociale dell'esaurimento delle risorse della cassa integrazione in deroga e modificare la legge Fornero sul lavoro, in particolare per quanto riguarda i contratti a tempo determinato: questi due degli obiettivi primari del governo Letta.

Il premier, insieme al ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, mirano a creare posti di lavoro e frenare la disoccupazione crescente, soprattutto tra i giovani, aprendo a possibili modifiche alla riforma Fornero sul mercato del lavoro, partendo dai contratti a termine.

Giovannini spiega che “Sono stati frenati in un momento di grave recessione, dall’applicazione della riforma disegnata, invece, in modo coerente per una economia in crescita. Quello dei contratti a termine è un tema da affrontare con urgenza e con attenzione. Il mercato del lavoro ha bisogno di stabilità delle regole”.

Allo studio misure che potrebbero puntare a ridurre l’intervallo obbligatorio tra un contratto a termine e il successivo, che la stessa riforma Fornero ha ampliato portandolo a 60-90 giorni.

Sulla questione lavoro, il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha detto: “Senza lavoro il Paese muore e questo Paese non può morire. Ma non bastano annunci e promesse. Ora bisogna fare i provvedimenti giusti e dare risposte al lavoro che va rimesso al centro, con i fatti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il