Cellulare al posto del telefono fisso? Riflettiamo sull'operazione Vodafone

'...allora elimino il telefono fisso e uso solo il cellulare!' dice uno. 'Ma che sei fuori?' risponde l'altro.



Immaginatevi la scena. Domenica mattina. Tarda mattina naturalmente. E' una bella giornata e nonostante sia estate e nel cielo non vi sia neanche una nuvola non fa troppo caldo per uscire di casa. Anzi la mattina é fresca ed arieggiata e vi siete svegliati rinvigoriti e pieni di energia. Giornale, caffe e sigaretta al bar dietro l'angolo. Vi infilate le prime cose che trovate, calzoncini, sandali e maglietta e scendete.

Al bar ci sono le solite facce. Il barista vi riconosce e appena entrate vi saluta "Dottò...". "Il solito?" vi chiede. Voi fate cenno di si con la testa "Caffé e acqua. Gassata. Grazie."

Di fianco a voi due amici parlano tra loro a voce alta e voi senza accorgervene finite ad origliare...

"...allora elimino il telefono fisso e uso solo il cellulare!" dice uno. "Ma che sei fuori?" risponde l'altro.

Per ora, secondo "Affari privati", l'inserto del Lunedì del Sole24Ore, il secondo amico parrebbe aver ragione, ma un attimo, facciamoci due conti...

  • 70 milioni: é il totale Sim card attivo in Italia, solo 7milioni delle quali attivate l'anno scorso.

  • 27,9 milioni: sono le reti fisse attive nel nostro Paese. Nel 2004, -1,4% rispetto al 2003.

  • 126 minuti: é il consumo medio mensile generato dal telefonino dell'utente medio italiano.

Praticamente in Italia sono di più i cellulari che gli abitanti, quindi il telefono di casa non sarebbe poi così indispensabile. Da aggiungere poi che gli italiani molto probabilmente non vedono l'ora di dare un calcio fuori dalla porta a Telecom ed al suo tanto odiato canone. A malapena sopportano quello della Rai figuriamoci quello bimestrale di Telecom italia e degli altri operatori attivi nel fisso.

Nella liberalizzazione del mercato, dal gas alla luce, dal trasporto alla comunicazione gli italiani ci hanno creduto davvero, ma visti i risultati?!!!

Il fisso dura invece ed é grazie ad Internet che ora é disponibile ad un migliore rapporto velocità/costi.

Tagliare i fili di casa allora o no? I tempi secondo "Affari privati" non sembrerebbero ancora maturi: tolta la spina del telefono resta quella nel fianco.

Le tre offerte direttamente concorrenti sono:

  • vodafone casa zero: con un costo di attivazione di 18 euro ca. e un contributo mensile di 10 euro ca. garantisce 1.500 minuti verso la rete fissa a 0,15€ alla risposta e per il traffico eccedente il costo previsto dal piano tariffario scelto;

  • vodafone casa infinity invece: con un costo di attivazione di 14 euro e un contributo mensile di 3 euro garantisce 500 minuti verso la rete fissa a 0,15€ alla risposta e per il traffico eccedente il costo previsto é di 0,15€ alla risposta+0,19€ al minuto;

  • per ultimo l'offerta di wind noi italy che con un costo di attivazione di 9 euro (gratuito per chi attiva pure la simcard) e un mensile di 7 euro garantisce 240 minuti a costo zero verso cellulari e rete fissa mentre per il traffico eccedente il costo previsto dal piano tariffario scelto.

Attenzione perché chi vi chiama lo farà col costo che si ha quando si chiama un cellulare quindi se scegliete le offerte cominciate a dire addio alle telefonate lunghe da parte di amici e fidanzate!

Entro fine anno Telecom Italia ha pronto un terminale a tecnologia Uma per l'utilizzo sulla rete fissa con il sistema Voip, gli amici che vi chiameranno pagheranno comunque come se chiamassero un cellulare.

Sempre entro fine anno si potrà usare Skype sui telefonini Tre con cui si potranno fare chiamate a basso costo via Internet mobile.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il