BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013: decreto prima casa rata a Giugno. Rinvio a metà prossima settimana

Rinviato primo pagamento imposta sulla casa a settembre per abitazioni principali: le intenzioni del governo



Il decreto legge per la sospensione dell'Imu di giugno sull’abitazione principale e per il rifinanziamento della integrazione in deroga dovrebbe essere varato entro la metà della prossima settimana.

Secondo alcune fonti di governo, infatti, il decreto sull'Imu e la Cig non sarà pronto già per domenica. Probabilmente, a metà settimana sarà tutto definito per il provvedimento e si terrà, quindi, un nuovo consiglio dei ministri.

Questi tempi sono stati confermati anche da Lorenzo Dellai, capogruppo di Scelta civica alla Camera, che ha detto: “Entro la prossima settimana ci sarà un primo provvedimento, un decreto, per il congelamento della prima rata dell'Imu e per i primi interventi per la Cassa integrazione in deroga”.

Nelle intenzioni del governo, la proroga a settembre serve a prendere il tempo necessario per una riforma complessiva e organica del tributo.

Intanto  il capogruppo Pdl alla camera Brunetta assicura “L'Imu sarà cancellata per la prima casa”, ribadendo che il Pdl “non ha assolutamente rinunciato alla restituzione dell'Imu”.

Anche il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, è intervenuto in merito, sostenendo che “L'Imu dovrebbe essere tolta dai capannoni perché se sono uno strumento di impresa è giusto che non si paghi perché sarebbe come farla pagare su un tornio”.

L'acconto Imu di giugno, che se il governo approverà il decreto di rinvio non si pagherà solo per le prime case, prevederà il versamento del 50% dell'imposta dell'anno precedente. Fino a qualche giorno fa, invece, era previsto che i comuni potessero cambiare l'aliquota entro il 16 maggio e le nuove aliquote sarebbero state la base di calcolo per la tassa sugli immobili da pagare quest’anno.

Ora, invece, si dovrà pagare a settembre la metà di quanto dovuto nell'anno precedente, per poi al momento del saldo calcolare effettivamente l'importo dovuto per l'anno in corso e versare la parte rimanente. Slitta, dunque, anche la data entro la quale i Comuni potranno stabilire le nuove aliquote, data ora prevista al 16 ottobre prossimo.

Resta, invece, l’imposta con scadenza fissata al 17 giugno per tutti gli immobili diversi dalla abitazione principale, compresi gli immobili industriali e i capannoni.

Dopo il decreto su Imu e Cig in deroga governo e maggioranza dovranno concentrarsi sulla riforma della fiscalità sulla casa, sul rilancio dell'edilizia e soprattutto sulla lotta alla disoccupazione giovanile, secondo quanto sostenuto Dario Francschini, ministro dei rapporti con il Parlamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il