BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: le novità dopo una settimana di conferme e smentite

Atteso nuovo decreto Imu prossima settimana: le novità



E’ stato rimandato a settembre il pagamento dell'Imu di giugno sull’abitazione principale. Secondo alcune fonti di governo, il decreto sull'Imu arriverà probabilmente a metà della prossima settimana.

L'acconto Imu di giugno, se approvato il rinvio, non si pagherà solo per le prime case, e prevederà il versamento del 50% dell'imposta dell'anno precedente. Fino a qualche giorno fa, invece, era previsto che i comuni potessero cambiare l'aliquota entro il 16 maggio e le nuove aliquote sarebbero state la base di calcolo per la tassa sugli immobili da pagare quest’anno.

Ora, invece, si dovrà pagare a settembre la metà di quanto dovuto nell'anno precedente, per poi al momento del saldo calcolare effettivamente l'importo dovuto per l'anno in corso e versare la parte rimanente. Slitta, dunque, anche la data entro la quale i Comuni potranno stabilire le nuove aliquote, data ora prevista al 16 ottobre prossimo.

Resta, invece, l’imposta con scadenza fissata al 17 giugno per tutti gli immobili diversi dalla abitazione principale, compresi gli immobili industriali e i capannoni.

Le misure urgenti “consentiranno di far fronte alle scadenze immediate e di assicurare i tempi necessari per procedere a una riforma strutturale sia del sistema di tassazione degli immobili, sia di quello degli ammortizzatori sociali”. I

l ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ha spiegato che “Il Cdm ha fatto un avvio della discussione sul problema del rinvio della rata dell'Imu di giugno e della Cig che deve essere rifinanziata.

Due temi importanti su cui il governo ha voluto dare un segnale rapido di indirizzo di intervento. Con il decreto c'è l'impegno a sostenere il rinvio della rata dell'Imu del 16 giugno e l'impegno politico a ridefinire la materia della tassazione della proprietà immobiliari entro 100 giorni della data di scadenza della prima rata.

In questo periodo il governo sarà impegnato a trovare una soluzione a questo problema e a fornire ai Comuni i mezzi liquidi attraverso anticipazioni della Tesoreria per le loro esigenze di liquidità”. Ricordiamo che il posticipo a settembre del pagamento della rata di giugno dell'Imu e la novità dovrebbe riguardare solo l'imposta sulla prima casa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il