BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi statali e dipendenti pubblici:blocco contratti,scatti anzianità e ferie 2014 per decreto

Scatti anzianità e blocco stipendi: le questioni scuola



Il blocco degli stipendi dei dipendenti pubblici coinvolge anche il mondo della scuola, da cui proverrà un terzo del risparmio che sarà nel complesso di 30milioni di euro per il 2013, 740 per il 2015, 370 a decorrere dal 2016.

Il nuovo regolamento prevede la proroga, fino al 31 dicembre 2014, del blocco della maturazione ai fini della maturazione delle posizioni stipendiali e dei relativi incrementi economici previsti dalle disposizioni contrattuali vigenti; il blocco, senza possibilità di recupero, delle procedure contrattuali e negoziali ricandenti negli anni 2013-2014; il blocco del riconoscimento degli incrementi contrattuali eventualmente previsti a decorrere dal 2011; il blocco, senza possibilità di recupero, del riconoscimento di incrementi a titolo di indennità di vacanza contrattuale.

Saranno salvi, invece, gli stipendi superiori a 90.000 euro e 150.000 euro lordi annui, sulla riduzione dei trattamenti economici del 5 e del 10%. Ora la parola passa al Parlamento.

Le Commissione Affari Costituzionali e Lavoro e quella Affari Costituzionali dovranno occuparsi anche dell'indennità di vacanza, per il quale sarà previsto un blocco del suo incremento per il 2013-14, con importo bloccato al 2012.

Se il blocco sarà attuato, si tratterà di una vera e propria mannaia per gli stipendi del pubblico impiego che negli ultimi quattro anni hanno subito una perdita di potere d'acquisto già a causa dell’inflazione del 7/8% pari in media a 150 euro al mese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il