BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blog Cartellopoli condanna a 9 mesi al gestore per istigazione

Condannato per istigazione a delinquere gestore blog Cartellopoli.com. La vicenda



E' stato condannato a nove mesi dal Tribunale di roma con l'accusa di istigazione a delinquere, Massimo Tonelli, 34 anni, l'uomo che, secondo i giudici, avrebbe istigato i frequentatori del suo blog, Cartellopoli.com, a compiere azioni violente contro il diffondersi dei cartelloni abusivi a Roma.

Nei mesi scorsi, in seguito alla querela presentata da una società che gestisce impianti pubblicitari, il sito in questione è stato anche sequestrato. La sentenza sostiene: ‘Pacifica essendo la responsabilità esclusiva in capo all'imputato per la gestione del blog (...) e dunque anche per il contenuto dei messaggi in esso pubblicati, è indifferente che si tratti di contenuti riferibili direttamente al T.  o ricevuti da altri utenti, essendo stato comunque il primo a curarne l'inserimento e la conseguente divulgazione al pubblico’.

Secondo quanto sostenuto dall'azienda che ha depositato la denuncia in Procura, sono state molte le azioni vandaliche, che hanno riguardato un centinaio di impianti in varie zone di Roma, messe in atto come l'imbrattamento dei cartelloni con vernice spray e, successivamente, nel danneggiamento delle comici e nello smontaggio ed asporto delle plance pubblicitarie.

Alla sentenza, Tonelli ha commentato: “L'accusa di istigazione a delinquere è semplicemente assurda, in assoluto è ovvio che non è giusto farsi giustizia da soli, nè istigare alla violenza, ma nel mio caso nulla di tutto questo è stato fatto”.

Poi lo stesso Tonelli ripercorre la vicenda: “Tutto è partito da una denuncia di una società di affissioni contro ignoti, nella denuncia si citava il blog Cartellopoli”.

E racconta: “Sul blog pubblicammo la foto di un cittadino che scrisse la parola ‘abusivo’ su un manifesto non autorizzato: la foto la prendemmo da un altro forum. Nel pubblicare la foto scrivemmo che il cittadino aveva fatto bene. In passato molte istituzione, anche presidenti di municipi, si unirono alla battaglia contro i manifesti abusivi con gesti simili”.

Il blog venne poi sequestrato. Tonelli ha poi ricordato anche che “il sindaco Gianni Alemanno parlò di mafia dei cartelloni abusivi, noi non facciamo altro che denunciare situazioni di illegalità. I cartelloni abusivi hanno anche portato alla morte di cinque persone rimaste vittime di incidenti stradali”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il