BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: Ministro Giovannini apre a cambiamenti

Più flessibile l'età di uscita dal lavoro: le modifiche alle pensioni di Giovannini



Modifiche alla riforma delle pensioni firmata dall’ex ministro Fornero erano state già avanzate dai partiti in periodo pre elettorale. Ma poi il silenzio. I partiti avevano battezzato le loro proposte come controriforma Fornero per permettere ad alcuni lavoratori di andare in pensione prima, senza seguire le nuove regole imposte dall’ultima riforma previdenziale.

La proposta dei partiti, Pd e Pdl, di cambiare la riforma delle pensioni firmata dal ministro Fornero prevedeva un nuovo canale di pensionamento con la possibilità di lasciare il lavoro a 58 anni.

La nuova proposta vorrebbe introdurre la sperimentazione fino al 2017 della possibilità di andare in pensione prima per uomini e donne: per i lavoratori dipendenti 58 anni (57 le donne) fino a tutto il 2015 e poi 59 (58 le donne) fino alla fine del 2017, purché si siano raggiunti però 35 anni di contributi e ricevendo un assegno più leggero.

Oggi con la riforma Fornero per andare in pensione anticipata, invece, ci vogliono almeno 42 anni e un mese di contributi (41 e un mese per le donne) e 62 anni di età.

Ora però il nuovo ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, apre a cambiamenti sulle pensioni e propone di abbassare gli attuali requisiti per la pensione anticipata o concedere l'uscita in cambio del calcolo dell'assegno con il sistema totalmente contributivo, che, dunque, per un’uscita anticipata, penalizzerebbe il lavoratore.

Il ministro ha, dunque, annunciato che la riforma delle pensioni sarà modificata rendendo più flessibile l'età di uscita dal lavoro con riduzioni però negli assegni finali. L'attuale legge prevede che entro il 2018 l'età per la pensione sia elevata a 66 anni per tutti a meno di non avere 42 anni di contributi.

Ma il governo starebbe lavorando anche per apportare modifiche limitate puntuali alla legge Fornero per favorire l'occupazione in questa fase congiunturale. Avverte però Giovannini: “Attenti a toccare una riforma che sta producendo effetti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il