Lavoro: piano Ministro Giovannini. Ma il problema resta la crescita

Giovannini apre a modifiche sul Lavoro. Ma avverte: “Avverte a toccare riforma Fornero”



Il nuovo ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha annunciato che il governo starebbe lavorando per apportare modifiche limitate puntuali alla legge del Lavoro dell’ex ministro Fornero per favorire l'occupazione in questa fase congiunturale.

Avverte però Giovannini: “Attenti a toccare una riforma che sta producendo effetti”. Per combattere la disoccupazione, secondo Giovannini, bisogna aumentare la produzione: “Pensare che interventi normativi, fiscali o contributivi sul mercato del lavoro siano sufficienti per riassorbire la disoccupazione è irrealistico. Se la produzione non cresce non c’è possibilità di riassorbirla”.

Ma Giovannini elogia anche la riforma lavoro sempre dell’ex ministro Fornero visto che la riduzione dell’occupazione negli ultimi 2-3 mesi si è arrestata e parla, infatti, di “un elemento interessante questo che potrebbe essere coerente con l’aggiustamento che sta avvenendo nel mercato del lavoro. Bisogna stare attenti a toccare una riforma che sta ottenendo gli effetti attesi. Imprese e investitori non amano l’instabilità delle norme”.

Dunque, secondo il ministro il problema della disoccupazione che ha colpito l'Italia, è frutto di un'economia in recessione, non di una riforma che non funziona, perché le leggi sul mercato del lavoro varate nel 2012 sembra che stiano dando i primi risultati concreti.

Poi il ministro ha ricordato che “Fino a settembre il numero degli occupati era diminuito di meno rispetto alla produzione anche grazie agli ammortizzatori sociali, ma lo smottamento a partire da ottobre è stato particolarmente preoccupante.

Il governo punta ora ad un monitoraggio attento sulla legge 92/2012”. “Questo”, ha detto Giovannini, può diventare un modo per avere “un dialogo continuo con le parti sociali”. Intanto, è atteso per venerdì il Consiglio dei Ministri in cui si deciderà dell’Imu, Cig in deroga e le altre questioni.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il