BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Governo Letta: imu, cassaintegrazione, precari pubblica amministrazione.Le novità

Cosa prevede il nuovo decreto approvato ieri in Cdm. Le misure



Congelamento del pagamento della prima rata Imu sulle abitazioni principali che slitta dunque da giugno al prossimo settembre o ottobre; rifinanziamento della cassa integrazione in deroga, che potrà contare su nuove risorse pari ad un miliardo di euro; lo sblocco dei contratti di solidarietà, che possono ripartire; e proroga al 31 dicembre 2013 il termine per i precari nella P.a.

Queste le misure contenute nel decreto varato ieri, venerdì 17 maggio, dal Consiglio dei Ministri. Le urgenze da risolvere riguardavano Imu e cassa integrazione e, al momento, chiarimenti sono stati fatti.

La sospensione della tassa sugli immobili non riguarderà ville, castelli, abitazioni di lusso o palazzi di pregio storico o artistico, ma le prime abitazioni, le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) e i fabbricati rurali.

Per quanto riguarda la cig in deroga sarà rifinanziata per 1 miliardo e il premier Enrico Letta ha poi spiegato che il provvedimento approvato dal Cdm “consente di avvicinare il fabbisogno per il 2013. In bilancio ci sono 500 mln da erogare nel 2014 per la produttività.

Ne prendiamo una parte temporaneamente, 250 mln, da reintegrare” ha poi spiegato il ministro del Lavoro Enrico Giovannini, precisando che quella per la cig “è una copertura di cassa temporanea”.

Sul taglio dello stipendio per i ministri, vice e sottosegretari il presidente del Consiglio ha spiegato che si è fatto ricorso al decreto nella convinzione che “non sarebbe stata sufficiente una semplice rinuncia.

Si tratta di "un intervento strutturale che riguarda anche il futuro. E quindi il parlamentare che svolge la funzione di ministro deve sapere che gli basta lo stipendio da parlamentare. Non ha senso un doppio stipendio. Il governo vuole dare un messaggio molto forte”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il